Home » Salute » Sport / Fitness » In-Trinity, la nuova frontiera del fitness

In-Trinity, la nuova frontiera del fitness

La creazione di una tavola inclinata ed una serie di esercizi è quello che Johnny Goldberg ha pensato per il futuro nel modo di allenarsi

In-Trinity, la nuova frontiera del fitness

Se si parla di Johnny G (o Goldberg), magari in moltissimi non sanno chi sia, ma se si parla di spinning e di KrankCycle, sì: è lui, infatti, l'inventore di queste simil biciclette per allenarsi indoor.
A lui se deve anche una nuova creazione, In-Trinity Board. Parliamo di una tavola a forma di clessidra, regolabile in alzata dal pavimento, che permette l'esecuzione di esercizi e movimenti sino a oggi non possibili o non efficaci come con l'uso di questo strumento.
Si tratta della possibilità di unire stretching, movimenti yoga e controllo del corpo in un unico modo di praticare esercizio.

Caratteristiche tecniche
Questa tavola vanta una forma a clessidra (più stretta al centro e larga agli estremi) e una piattaforma sollevata da terra ed inclinabile sino a circa 15-20°, con delle fasce agganciate da poter avvolgere attorno al corpo o a cui aggrapparsi per svolgere esercizi.

La filosofia

Nell'evoluzione del tempo e del pensiero di Johnny G, In-Trinity è l'espressione di un nuovo percorso, di un cambiamento. Se pensiamo all'evoluzione umana, si passa da un periodo di energia esterna dove l'attività fisica è associata alla potenza, ma, per ritrovare lentamentel'energia interna, più intima ma ugualmente potente e che coinvolge anche la mente e la sua influenza sul corpo e sul benessere.

L'idea
Durante una sessione di strerching sull'erba vicino a un fiume, Johnny G si è soffermato a valutare che l'esercizio orizzontale non dava modo di migliorare l'allungamento ed anche in verticale era impossibile andare a controllare alcuni movimenti. Ecco la creazione di un piano inclinato che migliora la possibilità di seguire movimenti in gravità, oppure andando a contrastarla con maggior facilità ed effetto sul corpo.

Come funziona

Per In-Trinity, come per altre specialità, vengono stabiliti una serie di esercizi in base ad alcune tipologie di allenamento con difficoltà diverse. Saranno comunque esercizi da svolgere seduti o in piedi aiutandosi o meno con delle fasce per aiutare l'equilibrio o l'efficacia del movimento ed anche con l'integrazione di altri attrezzi da usare con le mani.
È una disciplina “soft” intesa come impatto esterno, non prevede movimenti bruschi, non richiede potenza fisica ma una ricerca di armonia tra corpo e mente, grazie all'esecuzione di movimenti controllati e concentrazione.

Cosa serve per praticarlo
Per poter esercitarsi con questa “tavola” serve unicamente un abbigliamento comodo, che non impedisca i movimenti, meglio quindi indossare pantaloni aderenti ed elastici, con una t-shirt o un top sempre comodi che non impediscano al corpo di muoversi liberamente. Non servono calzature particolari, anzi, vanno benissimo anche i piedi nudi o vestiti di semplici calze che permettano una buona presa e impedendo di scivolare.

Al momento possiamo parlare di nuovo attrezzo ma, in base allo spirito ed all'idea di Johnny G, In-Trinity può diventare una nuova disciplina di allenamento. Da pochissimo sono stati aperti i primi due centri in Italia e la formazione per gli istruttori è già avviata. Non rimane che attendere il riscontro del pubblico, appassionato o meno di fitness, per verificarne lo sviluppo futuro.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami