Home » Salute » Psicologia » Terapia sky: yoga antidepressione

Terapia sky: yoga antidepressione

L’Organizzazione mondiale della Sanità, stima che entro il 2020 la depressione diventerà la seconda malattia più diffusa al mondo. Sono in crescita anche ansia e attacchi di panico, che inficiano la vita di chi ne soffre. Per questo motivo presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Milano è partita la sperimentazione della cosiddetta terapia Sky, che sfrutta la respirazione profonda dello yoga per aiutare chi soffre di questi disturbi.

Terapia sky: yoga antidepressione

Sky, la nuova tecnica antidepressione
Con Sky si intende Sudarshan krya yoga, ma la cura in questione non è paragonabile allo yoga basato sulle posture che tutti conoscono. Questa tecnica infatti associa diversi approcci e comprende:

  • Test strumentali di valutazione psicometrica che analizzano le condizioni psicologiche della persona e un elettrocardiogramma a tre derivazioni-2 che mette in relazione la frequenza cardiaca e quella del respiro per valutare il livello di stress della persona.
  • Terapia SKY la salute nel respiroAlcune semplici posizioni yoga e tecniche di rilassamento.
  • Esercizi respiratori che aiutano a trasformare le emozioni negative, respirazioni profonde ed energizzanti e altre di rilassamento.
  • Sedute di terapia cognitiva basate sull’approccio dello yoga alla mente per affrontare positivamente le situazioni che solitamente creano ansia e panico.


Il percorso
Per accedere alla cura in ospedale  occorre per prima cosa sottoporsi a una visita psichiatrica nella struttura stessa. Si effettua un colloquio e si viene sottoposti ai test che servono a valutare la condizione psicologica. Se al termine della visita la persona rientra nei parametri di coloro che possono usufruire di questo servizio, viene sottoposta all’elettrocardiogramma che consente la valutazione dello stato di stress.
A questo punto si comincia la cura che consiste in 10 incontri, durante i quali la persona impara gli esercizi respiratori da poter poi praticare da solo. Successivamente si fanno incontri di verifica e controllo settimanali. Le persone sono invitate a fare 40 minuti di esercizi a casa da soli e a distanza di 3 e 6 mesi vengono ripetuti i test psicometrici e l’elettrocardiogramma.


La seduta tipo
Ogni seduta comincia con 30-45 minuti di semplici esercizi di posture yoga e tecniche di rilassamento seguiti da 30-90 minuti di sequenze di esercizi respiratori differenti, da svolgere poi a casa e in situazioni di emergenza. Le tipologie sono diverse: la respirazione diaframmatica consente di ridurre l’ansia, la variazione del ritmo respiratorio invece trasforma le emozioni negative in positive. La seduta si conclude con una sorta di lezione di gruppo a domande e risposte.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  yoga  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami