Home » Salute » Psicologia » Come smettere di cercare l'approvazione degli altri e iniziare a piacersi

Come smettere di cercare l'approvazione degli altri e iniziare a piacersi

Quante persone riconoscono il proprio valore solo attraverso gli occhi degli altri? Per insicurezza e scarsa autostima tanti hanno sempre bisogno dell'approvazione degli altri. Ma apprezzarsi è importante e con un lungo percorso è possibile iniziare a volersi bene!

Come smettere di cercare l'approvazione degli altri e iniziare a piacersi

Da bambini con apprezzamenti e critiche si inizia a capire l'immagine che gli altri hanno di noi; con l'adolescenza, poi, il processo di costruzione del sé continua, il più delle volte attraverso il confronto con i pari e il bisogno di trovare punti di riferimento extra familiari diventa impellente. La ricerca di chi siamo procede anche in età adulta e spesso sono le esperienze negative e la non accettazione da parte degli altri a pesare in maniera ingente sull'idea che ci facciamo di noi.

Tuttavia, per stare bene, sentirsi più sicuri e affrontare le sfide continue che la vita ci mette di fronte, è importante smettere di cercare l'approvazione dagli altri e iniziare a piacersi senza aspettare ogni volta l'assenso altrui.
Ma come è possibile?


Credits: Foto di @9408103 | Pixabay
L'immagine di noi non solo attraverso gli occhi degli altri
Donald Winnicot, famoso pediatra e psicoanalista inglese, sosteneva che "un bambino si specchia negli occhi della madre e dal suo sguardo costruisce la stima che ha di sé".
Questo meccanismo poi continua anche attraverso tutte le esperienze positive che facciamo nel corso della vita e contribuisce a costruire l'accettazione o il rifiuto di noi stessi.

Se il modo in cui gli altri ci percepiscono influenza l'idea che ci facciamo della nostra persona bisogna però anche imparare a piacersi attraverso il proprio sguardo. La prima cosa da fare è smettere di considerare solo l'idea che gli altri hanno di noi e iniziare a osservare con i nostri occhi i propri limiti e le proprie potenzialità, riconoscere il proprio talento e le virtù personali.
Delegare il profilo di chi siamo esclusivamente agli altri è sbagliato perché in questo modo basta un complimento per farci sentire importanti e una critica per abbatterci.

Il centro siamo noi
Un altro aspetto importante per smettere di cercare l'approvazione degli altri e iniziare a piacersi è quello di metterci al centro della nostra vita. Come? Rimanendo fedeli a noi stessi, a ciò in cui crediamo, alle nostre idee e questo può anche significare scontentare le aspettative di chi ci circonda.
In questo modo spesso si viene colti dal senso di colpa ma continuando a tenere il focus su di sé si cresce e ci si fortifica.
Impariamo a osservarci con uno sguardo di gratitudine e accettazione, concentrandoci su ciò che abbiamo e non su ciò che ci manca; solo così è possibile dare valore alla nostra esistenza e all'individuo che siamo.


Credits: Foto di @894430 | Pixabay
Valorizziamo il nostro corpo
Ovviamente l'immagine che costruiamo di noi dipende anche da come ci vediamo fisicamente; siamo spesso portati a lamentarci di un fisico che però ha tutte le caratteristiche per funzionare al meglio, ma talvolta ce ne dimentichiamo e lo “trattiamo” male. Iniziare a valorizzarlo con piccoli gesti quotidiani consente di darsi la giusta attenzione e di trovare la forza per trasformare quelli che vedevamo difetti in punti di forza.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

GOOGLE ADS