Home » Salute » Psicologia » Sensi di colpa: cosa sono e come superarli

Sensi di colpa: cosa sono e come superarli

Che cosa sono i sensi di colpa? Dove nascono? è possibile trovare una soluzione per vivere meglio?

Sensi di colpa: cosa sono e come superarli

A tutti ogni tanto è capitato di essersi comportati in un modo o di aver detto qualcosa che poi ha generato in noi dei sensi di colpa. Tuttavia, ci sono persone che vivono costantemente in questo stato, causando gravi disturbi e problemi perché se il senso di colpa è costante determina ogni nostra azione.
Ma che cosa sono i sensi di colpa? Dove nascono? Ed è possibile trovare una soluzione per vivere meglio?

Cosa sono i sensi di colpa
Il senso di colpa è un'emozione che porta le persone a controllare e contenere le pulsioni negative e distruttive e consente di prendere coscienza delle sofferenze dell'altro. Visto in questo modo perciò può essere un sentimento positivo, perché ci mette in guardia se stiamo oltrepassando i limiti e permette di assumerci le proprie responsabilità.
Le persone sensibili e responsabili si sentono in colpa se infrangono i personali codici morali e sono perseguitati da queste emozioni negative finché non si cerca di rimediare.
Tuttavia, vi sono individui che sperimentano questo sentimento costantemente a causa del proprio senso di inadeguatezza e dal pensiero di non essere amati e accettati. In questi casi il senso di colpa ha origini ancestrali.



Perché abbiamo sensi di colpa
Secondo le teorie psicanalitiche il senso di colpa ha origine nella storia personale dell'individuo e nelle esperienze dell'infanzia. È un sentimento che nasce dal nostro “super io”, ovvero il giudice interiore che ci mette davanti alle “regole” apprese dalla famiglia, dalla società, dalla religione. Anche solo di fronte al pensiero di voler violare una regola interiore, molte persone non si sentono con la coscienza pulita e sperimentano il senso di colpevolezza.
I bambini sperimentano molto presto questa emozione quando non soddisfano le aspettative degli altri, e spesso di fronte a eventi come malattie, separazioni o sofferenze si convincono di esserne i responsabili.


Come non essere condizionati dai sensi di colpa
Per evitare che i sensi di colpa condizionino tutta la nostra esistenza è importante innanzitutto riconoscerli e ammettere l'incapacità di affrontare adeguatamente alcune situazioni.
Poi è necessario prendersi un po' di responsabilità e affrontare ciò che ci spinge a sentirci in quel modo.
Infine perdonarsi, perché nessuno è perfetto e tutti possiamo sbagliare; punirsi non serve a nulla, l'importante è capire per non ripetere lo stesso errore.



I disturbi che derivano dai sensi di colpa

Se le persone non riescono a perdonarsi e accettare di aver sbagliato, il senso di colpa può, nel tempo, trasformarsi in disturbi depressivi, indecisione continua, ipocondria, disturbi alimentari e senso di onnipotenza.
Per questo motivo è fondamentale riuscire a riconoscere il senso di colpa, guardarlo in faccia e lavorare sull'autostima, in modo da rendere più forte l'Io e renderlo autonomo dal suo giudice interiore, alleggerendolo dai condizionamenti dell'infanzia.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami