Home » Salute » Psicologia » Perché siamo sempre più arrabbiati?

Perché siamo sempre più arrabbiati?

Cosa ci porta a manifestare rabbia e aggressività sempre più di frequente?

Perché siamo sempre più arrabbiati?

Se leggiamo i giornali o ascoltiamo i tg ogni giorno sembra di ascoltare un bollettino di guerra: persone che dopo essere state licenziate uccidono gli ex datori di lavoro, fidanzati ammazzati per aver difeso la propria compagna dalle violenze, la sparatoria davanti a Palazzo Chigi dove è rimasto gravemente ferito un poliziotto.

Rabbia e frustrazione spesso però sono anche autodistruttive, basta pensare all'uomo che, dopo aver perso la propria casa, si è arso vivo. Storie diverse, ma accomunate da sentimenti negativi che vengono espressi nella maniera sbagliata.

Ma cosa sta succedendo?


Credits: Foto di @PublicDomainPictures | Pixabay
Le basi dell'aggressività
L'aggressività è un istinto o è consapevolezza? Un comportamento innato o acquisito? Sono diverse le teorie a riguardo; secondo studi genetici la rabbia ha una base biologica, così come la tendenza ad aggredire. Tuttavia non sono mai stati identificati i geni responsabili.
Per gli studi sull'apprendimento sociale, invece, si impara a reagire alle emozioni e agli eventi per imitazione, osservando i comportamenti degli altri.
Infine, secondo altre interpretazioni, la rabbia è la conseguenza di stati emotivi negativi originati da eventi spiacevoli.

LEGGI ANCHE: Come resistere alle provocazioni

Periodo di crisi
Ostilità e rabbia sono sentimenti molto diffusi quando la società in cui si vive attraversa dei momenti bui. Dietro alle rivolte sociali e alle manifestazioni di rabbia collettiva c'è la sensazione di non essere stati capiti e aiutati, così la violenza diventa un grido di aiuto. Il governo, il lavoro e la famiglia, dovrebbero essere delle ancore di salvezza, ma oggi non sono più dei capi saldi e quindi le persone sviluppano angosce e dubbi. Così la mancanza di certezze, la paura per il futuro e l'assenza di punti di riferimento fanno esplodere la rabbia.


Credits: Foto di @RobinHiggins | Pixabay
Insieme di cause
La violenza è sempre esistita e idem la rabbia, ma perché negli ultimi periodi è sempre più in aumento? La causa è da ricercare in un insieme di elementi tipici del nostro tempo.

  • Abuso di alcol e droghe: il consumo eccessivo di queste sostanze altera la chimica del cervello e toglie i freni inibitori. Anche gli energy drink, contenenti caffeina, taurina, guaranà e ginseng sono finalizzati a dare carica e resistenza, aumentando le performance mentali e fisiche, ma contemporaneamente danno una sensazione di forza e potenza. Usate insieme all'alcol danno un effetto di disinibizione comportamentale.
  • Le comunità virtuali: un uso errato di internet rischia di originare impoverimento e isolamento sociale. I rapporti umani servono anche per dare sfogo alle proprie emozioni e l'assenza di queste, conseguentemente, porta ad ingigantire i problemi, alimentando i sentimenti negativi. Inoltre in rete si trovano persone che sono mosse dai nostri stessi intenti e che in qualche modo appoggiano la nostra rabbia e frustrazione.
  • Incertezza sulle pene: infine l'intento aggressivo è incentivato dall'osservazione di casi precedenti rimasti impuniti. È dimostrato che condanne adeguate sono degli ottimi deterrenti nei confronti del desiderio di emulazione.

I segnali da non sottovalutare
Ci sono alcuni comportamenti che devono isospettire; per esempio le persone molto individualiste, concetrate solo su se stesse o le persone senza autostima sono individui incapaci a reggere anche le più piccole delusioni. I litigiosi mostrano quotidianamente un'incapacità all'autocontrollo delle emozioni e tendono a riversare le proprie colpe sugli altri. Nel tempo queste persone possono più facilmente perdere il controllo.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  rabbia   violenza  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami