Home » Salute » Psicologia » Schizofrenia e allucinazioni

Schizofrenia e allucinazioni

Chi soffre di schizofrenia può arrivare anche ad avere allucinazioni, soprattutto uditive. Nell'articolo che segue troviamo notizie più approfondite su questa malattia psichica

Schizofrenia e allucinazioni

Il mondo esterno rappresenta spesso, per chi soffre di schizofrenia, qualcosa di minaccioso e invadente. Una delle possibili cause è la difficoltà che questi soggetti hanno nel fare filtro nei confronti di numerosi stimoli irrilevanti, come ad esempio il rumore di fondo della città, che noi tutti ignoriamo ma che una persona affetta da schizofrenia non riesce ad escludere dalla coscienza, venendone sopraffatta.

Le origini della malattia
Alcuni ricercatori sostengono che la causa iniziale della patologia schizofrenica sia un danno instauratosi durante lo sviluppo del cervello, in particolare nel secondo trimestre di gravidanza. La malattia conclamata esplode però solo dopo l’adolescenza, quando in occasione della maturazione del cervello e delle nuove sfide relazionali, la fragilità della persona predisposta a psicosi si manifesta in pieno. I fattori che interferiscono sullo sviluppo di questo disturbo sono vari: complicazioni durante la gravidanza o il parto e infezioni virali come influenze, morbillo e varicella.


Credits: Foto di @geralt | Pixabay
Tipi di schizofrenia
La psichiatria suddivide la schizofrenia in:

  • paranoide: disturbo nel quale il soggetto presenta deliri e allucinazioni;
  • di tipo disorganizzato: in cui il soggetto presenta un eloquio e un comportamento disorganizzato;
  • di tipo catatonico: la caratteristica principale è un notevole disturbo psicomotorio.


Le allucinazioni
Uno dei principali disturbi presentati dagli schizofrenici sono le allucinazioni, ovvero delle percezioni sensoriali immaginarie, cioè senza che nessun oggetto reale stimoli l'organo di senso.
Le allucinazioni vanno distinte dalle illusioni, in cui uno stimolo esterno reale viene erroneamente percepito o interpretato. La persona può rendersi conto o meno che sta avendo un'allucinazione. Qualcuno può accorgersi che sta avendo una falsa esperienza sensoriale, mentre qualcun altro può essere convinto che la fonte di tale esperienza sensoriale abbia una sua realtà fisica esterna e non sia soltanto il prodotto della propria mente. Le allucinazioni più comuni tra gli schizofrenici sono quelle di tipo uditivo, che si manifestano in modo molto variegato. Tra le forme più ricorrenti rientrano quelle in cui il soggetto sente l’eco dei propri pensieri, o voci maschili o femminili che discutono tra di loro, oppure singole voci che commentano, suggeriscono, criticano, ordinano, minacciano e altro.


Credits: Foto di @Sozavisimost | Pixabay
La riabilitazione
La schizofrenia è considerata una patologia con un decorso cronico; tuttavia dopo la chiusura degli istituti manicomaniali, il rischio è che il peso ricade sulla famiglia o in alternativa il paziente viene ricoverato a vita in strutture di lungodegenza. In Italia esistono circa 1300 strutture residenziali psichiatriche, ma la loro collocazione non è omogenea. Questi centri specializzati prevedono operatori formati che assistono i pazienti 24 ore su 24. Con il variare delle esigenze dei pazienti varia anche la presenza degli operatori, fino alle strutture socio-residenziali che accolgono persone con disagio psichico ormai superato. Tuttavia, molto spesso le strutture residenziali funzionano più da “case per la vita” che come tappe di un percorso terapeutico.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami