Home » Salute » Psicologia » Raggiungere la pace interiore

Raggiungere la pace interiore

Lavoro, famiglia, amici: si è sempre sopraffatti da mille impegni e preoccupazioni. Si dorme male e lo stress sale. Sono sufficienti pochi minuti al giorno per ritrovare la serenità: basta cambiare stile di vita e seguire i nostri consigli in 8 mosse

Raggiungere la pace interiore

Allontanare i sensi di colpa
La prima cosa fondamentale per ritrovare un po’ di pace e serenità è non avere sensi di colpa per il tempo che si dedica a se stessi. È soprattutto il mondo femminile ad essere incapace di prendersi una pausa dalla routine. Ma sacrificare completamente il proprio tempo non è la scelta migliore, perché alla lunga può avere conseguenze negative e spiacevoli sulla qualità della vita e delle relazioni. Quindi fermiamoci e ricarichiamo le batterie!

Ricaricarsi con i frutti rossi
Prima ancora di assaggiare il cibo, gli occhi ne valutano aspetto e colore e si assimila energia attraverso la loro colorazione. Il rosso di fragole, cocomero, arance e pomodori, ma anche il viola di melanzane, frutti di bosco, prugne e uva nera, sono particolarmente utili quando ci si sente stanchi, stressati e privi di energia.

Rilassare gli occhi con lo yoga
Per rilassarsi, rivitalizzare i muscoli e ricaricare i nervi ottici basta strofinare energicamente i palmi delle mani tra di loro, finché non sono caldi; appoggiarli delicatamente sugli occhi senza premere fino a quando il calore non scompare del tutto. Abbassare le mani, rimanere immobile con gli occhi chiusi e concentrare l’attenzione su ciò che si prova. Fare questo esercizio per tre volte.

Credits: Foto di @Free-Photos | Pixabay
Rallentare il passo
Chi va piano va sano e va lontano; fondamentale controllare il passo mentre si cammina, mantenere un’andatura tranquilla, possibilmente evitando contemporaneamente di stare al telefono o inviare sms. L’ideale sarebbe affiancarsi ad una persona anziana e adeguarsi al suo ritmo.

Sbadigliare
Rilassarsi brevemente con qualche rotazione del capo e delle spalle e poi sbadigliare profondamente tenendo la bocca aperta. Più lungo e intenso è lo sbadiglio tanto più verranno eliminate tossine e tensioni.

Autoipnosi
Il traning autogeno è una specie di ginnastica mentale utile per allontanare le tensioni, preoccupazioni e pensieri negativi. Il meccanismo è semplice: basta ripeter mentalmente una frase o un’immagine per stimolare il nostro cervello, rallentare il battito cardiaco e controllare il respiro. In questo modo si raggiunge uno stato di profondo rilassamento e assoluto riposo. Bisogna mettersi seduti con gli occhi chiusi e ripetere la frase “sono completamente calmo”. È sufficiente farlo per 15 minuti tre volte al giorno e in poco tempo si raggiunge uno stato di calma.

Credits: Foto di @Free-Photos | Pixabay
Stare un po’ soli
Il contatto continuo con persone conosciute o sconosciute alla lunga logora e stressa il nostro orologio biologico. Per questo è importante potersi ritagliare ogni giorno degli angoli di pace e serenità. Quindici minuti da trascorrere soli per riflettere, leggere, fare una passeggiata, ascoltare la musica preferita: un modo per tornare in sintonia con se stessi.

Fare il pieno di vitamina B
Stanchezza, irritabilità, nervosismo: in questi casi il cervello ha bisogno di un supplemento di vitamina B. mangiare semi di girasole, germe di grano, pistacchi, nocciole, piselli, ma anche lievito di birra, fegato tonno, pollo, crusca, trota, noci e salmone. Tutti alimenti ricchi di vitamina B1, B3 e B5.

Di Ilaria, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami