Home » Salute » Psicologia » Psicosi attentati: come reagire all'ansia - Parte 1 di 2

Psicosi attentati: come reagire all'ansia

Gli eventi delle ultime settimane, l'allarme di possibili guerre e le continue segnalazioni di bombe o attacchi da parte del terrorismo stanno generando tra le persone una vera e propria psicosi con crisi di ansia e di panico: come bisogna reagire?

Psicosi attentati: come reagire all'ansia

L' attentato di Parigi avvenuto il 13 novembre, l'allerta massima a Bruxelles che ha blindato il Paese per giorni, le continue segnalazioni di possibili pacchi bomba nelle città e metropolitane di molti comuni in Italia e all'Estero, stanno facendo crescere l'ansia tra le persone, che si sentono sempre più minacciate da eventuali attacchi terroristici.

Per evitare che la vita si fermi (cosa per altro impossibile) ma soprattutto per tenere sotto controllo la psicosi attentati, è fondamentale condividere ed esternare le emozioni e le eventuali riflessioni senza però catastrofizzare.
Come non farsi prendere dal panico? È giusto continuare a vivere la nostra quotidianità?


I timori più comuni
Bisogna modificare le propria esistenza? Le proprie abitudini? Smettere di viaggiare e spostarsi con i mezzi pubblici? Non bisogna più frequentare luoghi affollati come stadi, centri commerciali e locali?
Questi sono alcuni dei quesiti che le persone si stanno ponendo dopo la notizia dell'attentato di Parigi e delle varie minacce lanciate in altre città.
Ovviamente nessuno può dirci cosa fare e non fare, ma è anche vero che l'intenzione dei terroristi è sicuramente quella di spaventare e far in modo che la gente cambi le proprie abitudini quotidiane.
Ma se fermassimo la nostra quotidianità non faremmo altro che fare il gioco di questi individui fanatici; la psicosi degli attentati stimola e attiva le nostre paure inconsce e irrazionali per questo è fondamentale cercare di reagire in modo razionale pensando che in realtà la nostra vita è appesa sempre ad un filo, a prescindere dagli atti terroristici!

 

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  ansia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami