Home » Salute » Psicologia » La prova costume è vicina... e allora? - Parte 1 di 2

La prova costume è vicina... e allora?

Tra poche settimane inizieremo a scoprirci sempre di più: vestiti scollati e smanicati, shorts, gonne e il tanto temuto costume! Ma se per una volta provassimo a fregarcene ed affrontassimo questa prova con serenità e ironia?

La prova costume è vicina... e allora?

Con l'avvicinarsi della bella stagione e delle vacanze, uno dei timori più diffusi tra le donne è la paura della prova costume. Se in inverno cappotti e maglioni pesanti coprono alcuni dei nostri difetti, primavera ed estate ci portano inevitabilmente a scoprire il corpo e a esporlo non solo a noi stesse ma anche agli altri. Ecco perciò, che chi non è ancora riuscito a costruire con la propria immagine un rapporto saldo e sicuro, incomincia ad andare in crisi e a sentirsi brutto e inadeguato.
Ovviamente anche i mass media non aiutano, pubblicando servizi di modelle perfette semi nude e abiti adatti ad un pubblico limitato.

Ma se quest'anno anziché preoccuparsi eccessivamente della prova costume, imparassimo a fregarcene? Come? Seguendo alcuni nostri consigli.


Credits: Foto di @adamkontor | Pixabay
Non siamo perfette e allora?
Se anziché dedicare tutto il tempo che spesso sprechiamo a lamentarci dei nostri difetti o a cercare soluzioni per migliorarli, ci impegnassimo a lavorare un po' più su noi stessi e sulle nostre fragilità con l'intento di sentirci più sicure, probabilmente non ci importerebbe poi così tanto di arrivare all'estate perfette!
Chi impara ad accettarsi si prende anche cura di sé tutto l'anno, sia quando non deve mostrare il proprio corpo alla gente, sia quando al mare lo esporrà a chiunque, perché bisogna imparare a volersi bene!

Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  prova costume  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami