Home » Salute » Psicologia » Pro e contro dell'essere abitudinari

Pro e contro dell'essere abitudinari

La routine e quello che ne consegue: perché tendiamo ad avere ogni giorno gli stessi rituali?

Pro e contro dell'essere abitudinari

Secondo una ricerca della Duke university di Durham, oltre il 40% delle azioni che compiamo ogni giorno non è frutto di decisioni, ma di rituali veri e propri che condizionano la nostra vita.
Pare che le azioni ripetute siano tra le poche certezze rimaste e per questo ci fanno stare bene.

Dovremmo però imparare ogni tanto a uscire da questi circoli viziosi, cambiare abitudini ci può fare bene.

Le abitudini si possono ignorare, cambiare, sostituire o mantenere. In una società in cui mancano sempre più le certezze, le persone hanno ancora più bisogno di schemi abituali (fare la stessa strada, andare nello stesso negozio, etc) perché si ha il timore di abbandonare qualcosa di collaudato.

Le abitudini nascono molto spesso quando siamo piccoli e, in base al comportamento, abbiamo ricevuto un rinforzo positivo o negativo. Proprio laddove il rinforzo è stato buono si è mantenuto poi l'atteggiamento, anche perché l'abitudine aiuta a semplificarci la vita e a darci l'illusione di poterla controllare.
La maggior parte si basa su automatismi, ovvero schemi di comportamenti prefissati che si svolgono in modo parzialmente consapevole. Altre, invece, sono fortemente volute, investite affettivamente e tali da fornire una piacevole cornice alla nostra giornata.

 
Credits: Foto di @geralt | Pixabay
Aspetti positivi delle abitudini

I vantaggi delle abitudini sono fondamentalmente rappresentati da un netto risparmio di energie perché ci evitano un costante impegno e una continua vigilanza sulle nostre azioni, ma anche dalla sensazione di sicurezza che ci danno. Tanto più evidente quando siamo costretti ad abbandonarle.
Le abitudini sono per esempio positive quando ci si applica costantemente per poi avere risultati nello sport, nel lavoro e nella vita privata.

Aspetti negativi
Dall'altro lato essere troppo abitudinari può causare un impoverimento e una riduzione eccessiva di energia, vitalità e desiderio di espansione e cambiamento, con il rischio di appiattire eccessivamente la nostra vita. Facendo le stesse cose in modo ripetitivo, il rischio è quello di svuotarle di significato e di non apprezzarle appieno.
Infine talvolta le abitudini rischiano di diventare delle ossessioni, quando per esempio prima di uscire di casa si controlla ripetutamente se si è chiuso il gas o ci si lava ripetutamente le mani dopo aver toccato qualunque cosa.


Credits: Foto di @hudsoncrafted | Pixabay
Un consiglio
Il consiglio è quello di vivere, ma non lasciarsi vivere, ovvero dovremmo cercare, mentre facciamo le cose, anche quelle abitudinarie, di fermarci ogni tanto a pensare a quello che stiamo facendo. Guardare dall'esterno con occhi nuovi ciò che ci sta capitando può aiutare a spezzare la routine. Proviamo, ogni tanto, a spiazzarci e intravedere tutte quelle sfumature della relatà che generalmente ci sfuggono o sono nascoste.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  control freak  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami