Home » Salute » Psicologia » Perché non sei ancora sposata?

Perché non sei ancora sposata?

Sogni l'abito bianco, ma nessuno ancora ti ha fatto la grande proposta? Fermati un attimo e prova a chiederti il perché

Perché non sei ancora sposata?

Quante volte ti sarai domandata: perché alla mia età non mi sono ancora sposata? E quali risposte ti sei data?

Tracy McMillan, autrice tv americana, ha scritto proprio un manuale su questo tema, dal titolo Perché non sei ancora sposata, in cui elenca tutta una serie di motivazioni per cui alcune donne non hanno trovato ancora un uomo che le porti all'altare. Se a te questa situazione fa stare male e avresti voglia di arrivare al matrimonio, il libro e l'articolo potranno forse aiutarti a riflettere.

Continui a lamentarti
Ti capita di iniziare una relazione, ma fin dai primi giorni non resisti alla tentazione e inizi a lamentarti? Perché il lavoro non ti piace, perché la macchina si è rotta, perché hai discusso con i colleghi: insomma ogni situazione è buona per piangerti addosso. In questo modo stai lanciando un messaggio preciso all'uomo che hai di fronte: mi salveresti? Ma se da un lato gli uomini amano essere degli eroi, si annoiano anche per essere chiamati a risolvere qualunque genere di problema e temono di diventare schiavi di donne in perenne difficoltà.

Credits: Foto di @RondellMelling | Pixabay
Sei incontentabile
Ogni volta che conosci un uomo pensi: “se fosse più bello”, “se si vestisse meglio”, “ se avesse più amici e interessi”, allora me lo sposerei? Ovvero non sei mai contenta degli uomini che conosci e per di più hai talmente idealizzato la tua singletudine che non riesci a pensare di poter rinunciare a qualcuno dei tuoi spazi, se non per il compagno perfetto. Ecco stai partendo con il piede sbagliato!

Troppo maschile
Organizzi tu il primo appuntamento, il secondo e tutti gli altri che seguono; decidi tu cosa fare e anche a letto fai tutto tu. Agli uomini questo atteggiamento iniziale piace, ma poi dopo un po' si stufano di stare nell'angolo e se ne vanno, perché una donna troppo maschile alla lunga mette l'uomo di fronte ai suoi limiti e ogni volta che lui si sente sostituito pensa di non essere all'altezza.

Sei sempre arrabbiata
Non sei cattiva, ma sei sempre incavolata con qualcuno, non perdi tempo per sbandierare i tuoi ultimi successi facendo sentire l'altro un incapace. Insomma fai l'antipatica a e questo certo non ti aiuta, perché sono pochi gli uomini attratti da questa situazione.

Credits: Foto di @RobinHiggins | Pixabay
Cosa cambiare?
Descritte queste situazioni, se ti sei riconosciuta almeno in una, forse hai trovato una possibile spiegazione al fatto che non hai ancora indossato l'abito bianco.
Quindi prova a modificare un po' il tuo comportamento partendo da questi suggerimenti.

  • prima di lamentarti fermati, deglutisci e cambia discorso; se proprio vuoi una mano forzati di presentare il problema con un po' di ironia, senza scendere troppo nei dettagli e vedrai che lui ti darà una mano senza percepirti lagnosa.

  • Se sei incontentabile prova a lasciar perdere l'idea di quello che vuoi e inizia a concentrarti su ciò di cui invece hai bisogno. Concentrati su ciò che un partner deve avere per aiutarti a crescere e non a perdere la testa.

  • Se sei una donna troppo maschile o ti scegli un uomo femminile che ha bisogno di essere accudito e protetto sempre, oppure cerchi di metterti dei limiti.

  • Infine, smetti di essere rigida e ogn tanto mostra anche la tua parte vulnerabile, sensibile e accessibile. Se ti lasci andare scoprirai presto che c'è qualcuno pronto a prenderti.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  matrimonio   single  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami