Home » Salute » Psicologia » Paura di volare

Paura di volare

Sono molte le persone che, pur sognando viaggi esotici o mete lontane, al solo pensiero di dover prendere un aereo per raggiungere i posti incantati, trasforma il sogno in incubo. La paura di volare è, infatti, un fenomeno molto diffuso, e il basso costo di molte compagnie aeree, anziché placare le paure ne scatena sempre di più.

Paura di volare

Le cause

Ciò che scatena l’attacco d’ansia non è né la paura di volare, né quella di cadere, ma il confronto con insicurezze più profonde. La prova? Qualsiasi discorso razionale cede il passo di fronte al terrore fisico che attanaglia chi soffre di questo disturbo. A nulla servono le statistiche che dimostrano che i viaggi aerei sono più sicuri di quelli in automobile, le certezze sui voli e suoi controlli. Il punto è che il volo ha tanti significati simbolici, che possono scoperchiare le paure inconsce o rimosse: la perdita di punti di riferimento (con i mezzi di superficie vediamo il paesaggio, in volo no), l’idea di essere completamente nelle mani di qualcun altro, la sensazione di sospensione o la perdita di contato con la terra. Tutte queste cose mettono il soggetto di fronte all’angoscia del non conosciuto, dell’incontrollabile; in altre parole pensieri, emozioni e parole che abitano le parti più nascoste della mente e che si teme possano emergere e rivoluzionare la propria identità “presentabile”.


Credits: Foto di @Free-Photos | Pixabay

 

I sintomi

I sintomi della paura di volare sono i più vari: tachicardia, impressione di non riuscire a respirare, senso di oppressione, vertigini, disturbi alla vista, brividi caldi o freddi, paura di morire o impazzire. Si tratta di sensazioni così terribili che chi le ha provate tende a non mettersi nelle condizioni di dover ripeter l’esperienza, anche a costo di dover limitare enormemente la propria vita. Talvolta però non basta rinunciare all’aereo, perché il disagio può cominciare a emergere in altri contesti che richiamano i sentimenti provati la prima volta. In questo caso è meglio rivolgersi ad uno psicologo.


Credits: Foto di @blende12 | Pixabay


Alcuni consigli utili

Chi è costretto a prendere l’aereo non tanto per piacere, quanto per dovere lavorativo, può provare a mettere in atto qualche regola per affrontare la paura del volo.

  1. cercare di non volare mai soli, ma con qualcuno di fiducia che aiuta a distrarci e a sentirci più tranquilli;

  2. fare degli esercizi di respirazione, aiutano anche lo yoga e il rilassamento;

  3. prendere confidenza con l’aeroplano e il personale di bordo; è un’ottima idea dire alle hostess del proprio disagio, conoscono la situazione e sapranno dedicare quell’attenzione in più che può tranquillizzare;

  4. evitare caffè e bevande eccitanti, che aumentano nervosismo e ansia;

  5. Distrarsi, portare con sé un libro, un lettore cd, del lavoro o parole crociate;

  6. Alcuni pensano di stare meglio se hanno un controllo anche minimo sulla situazione e gli può essere utile studiare la rotta, verificare i tempi di percorrenza, e le previsioni del tempo;

  7. Come estremo rimedio, farsi prescrivere ansiolitici (benzodiazepine), stando attenti alle dosi, perché una quantità esagerata può intontire in modo eccessivo o per troppo tempo.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami