Home » Salute » Psicologia » Hai sempre paura di sbagliare? Ecco i motivi!

Hai sempre paura di sbagliare? Ecco i motivi!

Ce la farò? Sarò in grado? E se poi peggiorassi le mie condizioni? Queste sono alcune delle domande che ci poniamo quando vorremmo apportare dei cambiamenti alla nostra vita ma ci assale il timore di fallire. Perché accade?

Hai sempre paura di sbagliare? Ecco i motivi!

Ci sono persone che nella vita osano e si buttano senza l'ansia e la preoccupazione che le cose possano andare male e tutt'al più se falliscono sono contenti di averci provato.
La maggior parte degli individui, però, non riesce a vivere in questo modo, ma al contrario è spesso assalita dalla paura di sbagliare che paralizza e blocca sul nascere idee, progetti e pensieri entusiasmanti.
Così di fronte a degli ostacoli si indietreggia perché la vocina interiore sussurra che dietro l'angolo c'è un possibile fallimento!
Perché invece non iniziare a ripetersi la frase del poeta americano George Woodberry "Non è la sconfitta il peggior fallimento. Il peggior fallimento è non avere tentato"?

Credits: Foto di @Tumisu | Pixabay


Studi sull'ansia di fare errori

Lo psicologo John Atkinson negli anni '60 individuò l'atychiphobia ovvero la paura di sbagliare e fece uno studio su alcuni bambini per capire e misurare la loro motivazione di fronte ad un compito da portare a termine.
Con questo esperimento capì che di fronte a nuove opportunità potevano emergere due atteggiamenti opposti: da una parte c'erano bimbi spinti dal volersi realizzare e vincere; dall'altra piccoli che impauriti dal timore di fare errori si bloccavano per evitare un'umiliazione pubblica.
Questi ultimi non si lanciavano per svariati motivi quali poca autostima, personalità fragili, il bisogno di tenere sotto controllo le cose, il volere essere perfetti.

Dove nasce questo timore?
Se osservando la propria vita ci si accorge di essere sempre fermi nella propria comfort zone e paralizzati di fronte agli stimoli nuovi, è utile chiedersi perché si ha paura di sbagliare e cercare di superarla capendo dove si origina.
Il più delle volte questo tipo di ansia nasce nell'infanzia quando si cresce con dei genitori che attribuiscono dimensioni spropositate agli insuccessi come se fossero frutto di difetti ed in questo modo si cresce con l'idea che nella vita sia meglio rinunciare piuttosto che rischiare un fallimento.

I bambini che invece vengono lasciati liberi di sbagliare diventeranno adulti coraggiosi che faranno esperienze senza l'ansia e il timore di far brutta figura. Anche la scuola, purtroppo, contribuisce negativamente perché spesso rinforza le convinzioni trasmesse in famiglia e ne crea anche delle nuove.
Il dovere di un insegnante dovrebbe essere quello di spronare i ragazzi, spingerli a mettersi in gioco, senza punire l'errore derivato dal tentativo ma incentivando a provare sempre, perché sbagliare fa parte di un percorso di crescita e molte volte si impara dagli errori stessi.

Credits: Foto di @geralt | Pixabay 
Cambiare il punto di vista
Ma se da piccoli non ci hanno spronato a tentare questo non significa che non lo si possa fare da adulti, con un po' di sforzo e credendo maggiormente in se stessi.
Il primo passo da fare per superare la paura di sbagliare è quello di convincersi che nella vita chi colleziona successi non è colui che è fortunato o particolarmente intelligente, ma colui che non molla, che prova, che sbaglia, che cade ma si rialza per riprovare e andare avanti.

Poi bisogna abbandonare l'idea di essere perfetti , di dover essere all'altezza in ogni cosa che si fa, accettare i propri limiti , riconoscere le proprie capacità ed imparare a sdrammatizzare .
Infine sbagliare non significa essere sbagliati: i due concetti vanno distinti perché altrimenti generiamo solo senso di inadeguatezza e sentimenti negativi.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  ansia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami