Home » Salute » Psicologia » Monday Blues: come non farsi prendere dallo sconforto a inizio settimana

Monday Blues: come non farsi prendere dallo sconforto a inizio settimana

Il lunedì è sempre stato un giorno difficile per tutti, il pensiero di dover affrontare una nuova settimana tra stress, lavoro e famiglia può portare ansia e malessere, tanto da generare in qualcuno una vera e propria sindrome

Monday Blues: come non farsi prendere dallo sconforto a inizio settimana

Si è parlato di sunday blues, la depressione domenicale, di august blues, la tristezza al rientro dalle vacanze e di Christmas Blues o meglio l'angoscia del Natale, ma da qualche tempo si parla anche di Monday Blues, ovvero dello sconforto del lunedì.
A confermarlo anche alcuni esperti di psichiatria del centro medico Santagostino di Milano, come il dott. Michele Cucchi che sostengono quanto alcune persone il lunedì presentino apatia, ansia, angoscia tensione muscolare e difficoltà di concentrazione.
Tali malesseri, spiegano gli studiosi, portano gli individui a richiedere interventi sanitari tanto che in questo giorno della settimana gli accessi al pronto soccorso o dai medici ambulatoriali raggiungono il picco massimo in contrapposizione con quelli del sabato che invece sono pochissimi.


Credits: Foto di @Sammy-Williams | Pixabay
La sindrome del lunedì
Per qualcuno i sintomi del Monday Blues si manifestano già la domenica pomeriggio soprattutto se si è già persone ansiose che risentono delle prestazioni lavorative.
Per chi, invece, è sensibile ai cambiamenti di orario del week end, perché sabato e domenica non si seguono particolari regole, il malessere si presenta la mattina del lunedì.
Tra i disturbi agitazione, angoscia, insonnia, apatia e dolori muscolari e tra le conseguenze potrebbero esserci problemi legati all'equilibrio dell'organismo.
Cercare di frenare la sindrome del lunedì però è possibile, prestando attenzione a semplici abitudini!

4 Atteggiamenti per non farsi prendere dallo sconforto del lunedì
Se anche a voi ogni inizio settimana accade la stessa cosa, vi alzate controvoglia, e vi fate trascinare in una spirale di stress, è importante che mettiate in atto alcuni suggerimenti scaccia Monday Blues.


Credits: Foto di @nad_dyagileva | Pixabay

 

  1. Organizzare la settimana di venerdì
    Una cosa sbagliata che spesso si fa alla vigilia dell'week end è lasciare in ballo cose lavorative che poi andranno riprese il lunedì successivo. Ciò può attivare ansia e angoscia pertanto prima di staccare la spina il venerdì pomeriggio impariamo a organizzare e pianificare il lavoro che ci attende la settimana seguente. Inoltre, se possibile, non mettiamo in agenda cose troppo impegnative proprio il primo giorno della settimana.
  2. Domenica sera all'insegna della leggerezza
    Il giusto modo per iniziare una settimana in tranquillità è concludere l'week end con leggerezza. A tavola consumate per cena solo cose light, niente alcolici e cibo spazzatura (per quello meglio il venerdì) e poi concedetevi una serata a leggere o a guardare la vostra serie tv preferita.
  3. Concedersi del tempo al risveglio
    L'atteggiamento errato che molti mettono in pratica al risveglio è quello di prendere in mano il cellulare per dare un'occhiata alle notizie o alle mail. Si tratta di un'abitudine malsana (qualunque giorno in realtà) che a maggior ragione il lunedì trascina in un vortice di obblighi immediati. Perché non provare a lasciare il telefono in un'altra stanza o semplicemente accendere la musica senza guardare altro?
  4. Pilates e brush detox
    Iniziate la settimana alzandovi 15 minuti prima così da fare qualche esercizio di risveglio muscolare, yoga o pilates e avere anche il tempo di “detossinarsi” sotto la doccia. Il body brushing è un ottimo metodo che consiste nel passare sul corpo una spazzola di setole naturali seguito da un frizionamento rotatorio della pelle.


Se perciò soffrite di Monday Blues provate questi consigli e fateci sapere!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami