Home » Salute » Psicologia » Mindfulness: nuova psicoterapia di gruppo

Mindfulness: nuova psicoterapia di gruppo

Mindfulness, psicoterapia di gruppo che unisce i pensieri del Buddha a quelli di Freud.

Mindfulness: nuova psicoterapia di gruppo

Malinconia, ansia e panico oggi si possono curare con una tecnica che unisce meditazione, psicoterapia e buddismo. Aiuta a concentrarsi su ciò che interessa davvero e migliora la vita di coppia e il lavoro. Stiamo parlando della nuova psicoterapia di gruppo: la mindfulness, che unisce i pensieri del Buddha a quelli di Freud.

Mindfulness
Questa psicoterapia unisce teorie zen, buddismo e meditazione alle più occidentali teorie freudiane e di psicoterapia. È un metodo che arriva dall’America e insegna la capacità di prestare attenzione al presente senza farsi travolgere dal flusso dei pensieri, consentendo di vivere appieno, guardando il mondo con entusiasmo. Durante le sedute, da due ore e mezzo l’una, i gruppi sono misti e si possono quindi incontrare casalinghe, manager in carriera o coppie in crisi: tutti ottengono effetti positivi.


Credits: Foto di @TuendeBede | Pixabay


In cosa consiste

I gruppi di mindfulness prevedono programmi strutturati, divisi in protocolli per la riduzione dello stress. Solitamente prevedono incontri settimanali per la durata complessiva di 8 settimane, durante i quali vengono insegnati esercizi individuali da mettere in pratica anche a casa per circa 40 minuti al girono. Il gruppo è misto e si lavora sul corpo, sulle emozioni e sui pensieri. L’obiettivo è raggiungere uno stato di benessere, sconfiggere lo stress e essere consapevoli dei propri pensieri positivi e negativi. In questo modo si rafforza l’autostima e l’equilibrio psico-fisico con conseguenze positive sul sistema immunitario.


A cosa serve?

Sviluppato nel 1979 dall’americano Jon Kabat –Zinn, questo approccio è tornato di gran moda e usato anche in molti ospedali europei e americani, perché ha numerosi effetti positivi.

  • Serve come antidolorifico, infatti, la mindfulness viene usata come strumento terapeutico nei malati di cancro, aids, problemi cardiaci e dolore cronico.
  • Riduce le paure e le emozioni che complicano e aggravano il nostro dolore.
  • Contrasta ansia e attacchi di panico ed è utile per elaborare lutti e sofferenze.
  • Aiuta a ritrovare l’armonia di coppia perché si è più consapevoli dei propri comportamenti e ci accorgiamo anche dei nostri errori.
  • Combatte lo stress da lavoro e migliora la comunicazione tra colleghi e superiori.


Credits: Foto di @johnhain | Pixabay
Alcuni esercizi da mettere in pratica

Chi vuole sconfiggere momenti di depressione e pensieri negativi può mettere in pratica questi 3 semplici esercizi.

  • Per superare i pensieri negativi e autodistruttivi bisogna concentrarsi sul fatto che sono solo pensieri e non la realtà.
  • Per superare l’apatia bisogna imporsi di fare almeno ciò che generalmente piace o piaceva. Talvolta anche uscire controvoglia riesce a dare una sferzata di energia positiva.
  • Per sviluppare pensieri positivi bisogna scrivere ogni sera le cose piacevoli accadute nell’arco della giornata. Anche se si tratta di piccole cose, aiuta a vedere pian piano rosa.


Dove praticare la mindfulness

Per conoscere i centri o gli operatori più vicini a voi si può contattare l’Associazione Italiani Mindfulness, ogni dettaglio sul sito internet ufficiale.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami