Home » Salute » Psicologia » Mentire a se stessi: le bugie da non raccontarsi più

Mentire a se stessi: le bugie da non raccontarsi più

Per qualche strano meccanismo della mente ogni tanto ci raccontiamo delle bugie e con il tempo ci convinciamo che queste siano la realtà. Smettiamo di mentire a noi stessi ed eliminiamo quelle false credenze che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo detti

Mentire a se stessi: le bugie da non raccontarsi più

Giusto o no le bugie fanno parte della nostra esistenza; solitamente si inizia a raccontarle quando si è bambini e poi con l'età adulta c'è chi mantiene questa insana abitudine e chi invece preferisce essere sincero a costo di ferirsi e ferire. Statisticamente gli uomini mentono più delle donne e le bugie che più spesso si raccontano riguardano il mondo del lavoro e i sentimenti.
Sebbene secondo alcuni esperti ci possano essere delle bugie utili, quelle peggiori in assoluto sono quelle dette per mentire a se stessi.

Le bugie che ci raccontiamo
Spesso per qualche meccanismo inconscio e soprattutto quando non ci piace guardare in faccia la realtà, la nostra mente si costruisce delle idee errate che nel tempo si trasformano in convinzioni.
Se però vogliamo capire dove sbagliamo e perché incorriamo spesso negli stessi meccanismi errati, proviamo a interrogarci con sincerità, solo così impareremo a raccontarci la verità.
Per iniziare a stare meglio con noi e con gli altri iniziamo a eliminare alcune bugie e smettiamo di mentire a noi stessi.

Le 5 menzogne da non dirci più

  1. “Ho bisogno di qualcosa d'altro per essere felice"
    Nel momento in cui siamo arrabbiati, tristi o infelici perché ci manca qualcosa, stiamo perdendo l'occasione per apprezzare ciò che abbiamo in quel momento. Il raggiungimento della felicità non è altro che il saper godere del qui e ora e non la si ottiene rimandando. Siamo solo noi che possiamo imparare a cogliere e apprezzare quei momenti: ricordiamoci che spesso le persone felici sono coloro che riescono a trarre il positivo da quel poco che hanno e non quelle che hanno tutto.
  2. “I miei sogni sono impossibili”
    Sogni e speranze sono il motore della nostra vita e nessuno ha il diritto di portarceli via, nemmeno noi! Quindi non crederti quando ti convinci di non avere più l'età giusta per quel progetto, o quando ti ripeti che il tuo sogno è irraggiungibile. Se davvero ci credi e sai che con la fatica e l'impegno è possibile realizzare quella cosa, datti da fare, concentrati sull'obiettivo e lavoraci ogni giorno per raggiungerlo.
  3. “ Fallisco e quindi sono un fallito!”
    I fallimenti fanno parte delle vita, e soprattutto indicano che hai provato a buttarti in una determinata cosa. Hai tentato e non è andata bene: questo non vuol dire che tu sia un fallito ma semplicemente che stai correndo per provare a realizzare i tuoi sogni. Dagli errori e dalle sconfitte imparerai a costruire le vittorie! Quindi dopo essere caduto rialzati e vai avanti.
  4. “Non ho bisogno di nessuno”
    Nella vita adulta è importante imparare ad essere indipendenti e sapersi arrangiare; questo però non significa che non abbiamo bisogno di nessuno. Gli altri sono la nostra linfa, ci aiutano a guardarci, a migliorare e a confrontarci. È fondamentale nella vita, a ogni età, costruirsi amicizie, intessere relazioni sociali e anche se qualcuno ci potrò deludere, qualcun altro potrebbe cambiarci l'esistenza in meglio!
  5. “Non ce la posso fare”
    Se dovessimo essere obiettivi quando ci buttiamo nelle cose non siamo mai pronti al 100%; ciò accade perché di fronte alle novità dobbiamo abbandonare la nostra zona di comfort e affrontare le paure. Quando la vita ci pone di fronte a delle sfide, buttiamoci e cerchiamo di non avere paura di non farcela. Smettiamola di mentire a noi stessi dicendoci che “non ce la faremo”, se sbaglieremo faremo tesoro degli errori che ci serviranno per affrontare il domani.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  bugie  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami