Home » Salute » Psicologia » Tua mamma continua a trattarti come una bambina?

Tua mamma continua a trattarti come una bambina?

Il rapporto tra madre e figlia non è sempre lineare: come comportarsi se la mamma ci tratta ancora da bambine?

Tua mamma continua a trattarti come una bambina?

Ci sono madri che proprio non si rassegnano e continuano a trattare i figli, ormai cresciuti, come se fossero bambini, facendo continue raccomandazioni, dando consigli non richiesti, intromettendosi in alcuni aspetti della vita dei figli adulti come se fossero ancora piccoli.

Questo può essere frustrante per donne e uomini adulti. Un punto di incontro però si può trovare, vediamo insieme come.

Le mamme che non accettano che i figli siano cresciuti solitamente non ascoltano le loro opinioni, o lo fanno con aria da sufficienza, sono in apprensione continua e dispensano affetto fino all'esagerazione, ma soprattutto sono convinte di dover insegnare ancora tante cose. Se da un lato questo può anche essere vero, c'è da considerare anche il fatto che tu ti senti adulta, sei cresciuta e magari sei già mamma a tua volta e il fatto che tua madre ti dica sempre come si devono fare le cose, ti esaspera.

Se la mamma continua a trattarti da bambina
Mamme chiocce
Il primo ostacolo tra mamme chiocce e figlie cresciute è che da una parte c'è una donna determinata a prendere in mano la sua vita e voler vedere riconosciuti il proprio valore e la propria autonomia (la figlia) mentre dall'altro lato c'è una persona che si sente mancare la terra sotto i piedi perché tutto d'un tratto si sente esclusa e inutile.
Spesso infatti i genitori vorrebbero vedere i propri figli sempre piccoli e hanno difficoltà a sintonizzarsi sui bisogni attuali, vorrebbero sempre sentirsi utili dando regole e consigli, senza capire che il rapporto cambia.

Se la mamma continua a trattarti da bambina
Provare a coinvolgere le mamme
Se vi trovate a vivere una situazione simile la prima cosa da fare è trasmettere alla madre il messaggio che comunque lei è e sarà sempre preziosa, anche se cambiano le modalità di coinvolgimento. Quando le fasi della vita cambiano è utile e strategico ritagliare dei momenti esclusivi solo per voi due, come un pranzo da sole, shopping per le vie del centro, un week end alle terme.
Un altro suggerimento è quello di evitare contrapposizioni inutili; se sappiamo che il consiglio che ci sta dando nostra madre per noi è inutile, sorridiamole lo stesso e illudiamola che è stata utile: lei si sentirà gratificata e noi avremo dimostrato a noi stesse di essere state “adulte” da non dover per forza ribattere.

Evitiamo di fare le bamboccione
Non dimentichiamo che spesso dietro a madri chiocce ci sono figlie che fanno di tutto per non cambiare la situazione e non crescere. Per ragioni storiche ed economiche purtroppo viviamo nel paese dei bamboccioni e se è vero che sono più gli uomini a rimanere nella casa dei genitori a lungo, ci sono anche molti casi al femminile. Figlie che restano in casa oltre i trent'anni, mantenendo comportamenti da adolescenti, o che danno per scontato che la mamma lavi e stiri e prepari da mangiare a qualunque ora del giorno e della notte. Insomma ci sono anche madri che vorrebbero riprendersi la propria libertà, ma figlie che non glielo permettono.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami