Home » Salute » Psicologia » Gelosia ossessiva: una malattia che va curata!

Gelosia ossessiva: una malattia che va curata!

Pensiero fisso e costante caratterizzato dall'idea paranoica che il partner ci tradisce, senza però alcun fondamento reale: questa è la gelosia ossessiva che se non viene curata può essere dannosa a se stessi e agli altri

Gelosia ossessiva: una malattia che va curata!

Sant'Agostino scriveva “chi non è geloso non ama”, ma se è naturale provare una certa ansia e timore di perdere il partner all'inizio della relazione o in determinati momenti di crisi, la gelosia ossessiva non è sana.
Quando la gelosia rende l'amore soffocante, il rapporto si logora con conseguenze negative sia per la persona che prova tale sentimento sia per l'oggetto di tale emozione.
Come imparare ad individuare quando il partner ha manifestazioni ossessive e paranoiche? Ed eventualmente come capire se siamo noi a soffrire di tale patologia?


Credits: Foto di @92511 | Pixabay
Sintomi e segnali
Partiamo dal presupposto che la gelosia ossessiva ha delle caratteristiche facilmente individuabili e non passa inosservata.
Chi prova questa emozione ha un pensiero fisso e costante che non riesce mai ad essere distolto dalla mente; un'idea che assorbe ogni momento della giornata ed impedisce di trarre piacere anche dalle amicizie, dalla famiglia o dal lavoro. Il tormento è legato all'inquietudine che il partner sia infedele e quindi si va alla ricerca continua di qualche prova che possa confermare tale pensiero.
L'altro elemento tipico della gelosia patologica è che queste ansie non hanno alcun fondamento reale ma chi ne soffre vuole a tutti costi leggere ogni segno come possibile indizio di tradimento.
Per confermare la propria fissazione attua comportamenti persecutori come controllare il cellulare, il computer o telefonare ad ogni ora del giorno e della notte, appostarsi sotto casa o vicino al luogo di lavoro e interrogare amici e familiari della “vittima”.
Tutto ciò può sfociare in litigi pesanti, violenza fisica e verbale, fino ad arrivare all'uccisione del partner e, più raramente, al suicidio.

Cause
La gelosia ossessiva e patologica è una vera e propria malattia che non ha origine nella relazione ma ha radici ben più profonde.
Talvolta può essere la conseguenza di un abuso di alcol, droghe o farmaci o scaturire in persone che soffrono di disturbi ossessivo-compulsivi, di deliri e schizofrenia.
L'unico modo per capire le origini e curare questa malattia è seguire un percorso di psicoterapia che consente di capire le emozioni che sono alla base di tale malessere ed insegna ad avere maggiore autocontrollo.
Laddove esiste una coppia è possibile anche lavorare insieme per aiutare il/la partner ad adottare comportamenti sani nel momento in cui si presentano i sintomi.
Infine in alcune situazioni è necessario l'intervento farmacologico da associare sempre al sostegno psicologico.


Credits: Foto di @148124 | Pixabay
Cosa fare
Se si è vittime di una relazione patologica è importante non giustificare, non pensare che sia amore e che con il tempo le cose cambieranno: la gelosia ossessiva è pericolosa!
Bisogna allontanarsi, chiedere aiuto, non restare mai soli e non nascondersi.
Nel caso invece una persona si renda conto di soffrire di gelosia ossessiva è sicuramente un punto di partenza : capire di avere un problema è il primo passo per non far finta di niente ma per farsi aiutare. Non pensare che si guarirà da soli, ma rivolgersi ad un terapeuta e denunciare apertamente il proprio malessere.
Purtroppo però raramente chi è affetto da tale malattia lo ammette perché è ossessionato dall'idea che gli altri siano sbagliati più che ritenere di avere un problema personale.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami