Home » Salute » Psicologia » 6 Motivi per cui fa bene cucinare dolci per gli altri

6 Motivi per cui fa bene cucinare dolci per gli altri

Se anche voi siete tra quelle persone che amano sfornare torte e preparare tiramisù da condividere o regalare ad amici e parenti dovete sapere che questo gesto ha molti benefici. Ecco i principali

6 Motivi per cui fa bene cucinare dolci per gli altri

Sempre più studi psicologici confermano che preparare da mangiare sia un modo per prendersi cura di se stessi e degli altri; in particolare la Dottoressa Donna Pincus, professoressa di psicologia e neuroscienze all'Università di Boston, afferma che fa bene cucinare dolci per gli altri perché con questa attività oltre ad esprimere una parte di sé si dimostra affetto ed interesse alle persone che ci circondano.
Impastare e sfornare torte, brownies e le numerose cose buone da mangiare e da offrire o regalare agli altri ha numerosi benefici psicologici, a patto che si sia disinvolti ai fornelli, non lo si faccia per obbligo e non sia un modo per ricercare attenzione su se stessi.
Anche lo studio commissionato da Hotpoint "Hotpoint Taste exploration survey 2016" ha rivelato come mettersi ai fornelli sia un modo di esprimere se stessi e i propri sentimenti.

Ecco i vantaggi che si hanno quando ci si dedica a questa attività!

  1. Facilita la comunicazione
    Susan Whitbourne, professoressa di scienze psicologiche all'Università del Massachussetts sottolinea quanto il cibo creato con le proprie mani sia un modo per esprimere sentimenti ed emozioni che si faticano a verbalizzare; chi cucina dolci per gli altri esprime gratitudine, apprezzamento e simpatia.
    Inoltre regalare una torta fatta con le proprie mani è un atto d'amore verso chi la riceve.
  2. Permette di esprimere la propria creatività
    Ormai è risaputo che tutte le attività creative producono benessere: musicoterapia, arteterapia, danzaterapia e anche la cucinoterapia sono tutte pratiche che consentono alle persone di esprimere le proprie potenzialità e allo stesso tempo regalano una sensazione di sollievo.
  3. Allevia lo stress
    Quando si prepara un dolce è necessario porre attenzione a ciò che si fa; in questo modo per un po' di tempo ci si dimentica dei problemi della vita quotidiana e stress e ansia diminuiscono.
  4. Aumenta la consapevolezza
    Concentrarsi sugli ingredienti, sulle dosi, sull'impasto e sulla preparazione del cibo fa aumentare la consapevolezza del qui e ora ma fa anche pensare al momento in cui il dolce sarà donato o condiviso pertanto si genera un equilibrio tra presente e futuro.
    Ormai è risaputo che aver maggior consapevolezza delle cose fa diminuire la tristezza, aumenta la felicità e riduce i pensieri ossessivi.
  5. Sviluppa l'altruismo
    Inoltre cucinare dolci per gli altri rende altruisti perché mentre si prepara una torta, un tiramisù o un semifreddo da regalare o da condividere con qualcuno si sacrifica e impiega il proprio tempo per qualcun altro. Pare che i comportamenti altruistici aumentino anche le difese immunitarie, migliorino il metabolismo e il funzionamento dei geni.
  6. Aumenta l'attenzione
    Infine quando si è in cucina bisogna misurare gli ingredienti, mescolare, calcolare i tempi della cottura, concentrarsi sul gusto e sull'olfatto: tutte queste attività aiutano a sviluppare l'attenzione e la concentrazione che a causa della società frenetica e dei troppi stimoli elettronici sta venendo a mancare anche tra le persone più giovani.


Non vi resta che provare: date uno sguardo alla nostra sezione dedicata alle ricette di dolci.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami