Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Salute » Psicologia » Le crisi di ansia: cosa sono?

Le crisi di ansia: cosa sono?

Differenti dagli attacchi di panico sono comunque disturbi che colgono le persone in particolari momenti di stress: quali sono i sintomi e cosa bisogna fare?

Le crisi di ansia: cosa sono?

L'ansia è una reazione dell'organismo allo stress che può avere differenti gradi: talvolta si manifesta con episodi lievi e per un tempo limitato, altre volte diventa un vero e proprio disturbo caratterizzato da uno stato di allarme perenne.
Ci sono fasi nella vita delle persone in cui questa condizione diviene difficile da gestire perché si manifesta con vere e proprie crisi di ansia che fanno scattare un corto circuito nella psiche di chi le vive.
Questi attacchi sono differenti però dal panico che è molto più intenso e invalidante, e perciò sono più gestibili e lievi.
Panico?
Ma qual'è la differenza tra gli attacchi di panico e le crisi di ansia? I primi sono circoscritti ad un preciso momento di paura che provoca sintomi specifici come palpitazioni, sudorazione, tachicardia, sensazione di perdere i sensi e paura di impazzire o morire; solitamente l'attacco raggiunge il picco in 10 minuti dopodiché la persona rimane spossata anche per ore.
Le crisi di ansia, invece, sebbene abbiano manifestazioni simili ai precedenti, sono più lievi ma possono durare per molto più tempo.
Purtroppo, però, i dolori al petto, la mancanza di aria, il tremore e le vertigini spesso innescano in chi ha la crisi un attacco di panico.

Perché si scatenano le crisi di ansia?
Come tutti i disturbi d'ansia (fobie, panico, ansia generalizzata) le crisi di ansia hanno una base psicologica: talvolta scattano perché traumi o ferite riemergono, altre perché le continue notizie di avvenimenti violenti nel mondo scatenano paure e angosce, altre ancora perché stiamo vivendo un momento di difficoltà e fatichiamo a trovare una soluzione.
Possono manifestarsi di giorno o di notte, mentre siamo tranquillamente seduti a cena con amici oppure quando siamo da soli: non c'è un momento specifico!

Importanza di guardarsi dentro
Se l'ansia è uno stato che può caratterizzare lunghi periodi della nostra vita, le crisi di ansia possono essere improvvise, talvolta sporadiche e generate da situazioni reali di stress o innescate da meccanismi mentali e psicologici.
In quei momenti c'è chi reagisce cercando di soffocare questa manifestazione, magari assumendo farmaci ansiolitici, chi si fa cogliere dal panico e chi invece ascolta i messaggi che arrivano da questa condizione.
Inutile ignorare gli attacchi di ansia, meglio invece provare a capire che cosa ci mette a disagio e cosa ci fa stare male ma ciò è possibile solo guardando dentro di sé.
Chi soffre di crisi continue dovrebbe provare a fare un percorso di psicoterapia oppure cercare di trovare delle risposte con la meditazione; inutile invece fare finta di nulla.

Recenti studi hanno anche scoperto gli effetti benefici dei massaggi shiatsu che guidano in un processo di autoconsapevolezza attento e rispettoso e dei trattamenti osteopatici che vanno ad agire sui disturbi somatici che le crisi d'ansia scatenano.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  ansia   stress  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami