Home » Salute » Psicologia » Cambiare abitudini può far bene

Cambiare abitudini può far bene

Tutti noi abbiamo delle abitudini che ci portiamo sempre appresso, ci danno sicurezza e fanno bene; ma talvolta può essere utile cambiare e uscire dal seminato. Perché? Per migliorare e per ridefinire nuovi obiettivi.

Cambiare abitudini può far bene

Seneca sosteneva che “le abitudini si possono più facilmente troncare che moderare” e secondo la psicologia moderna le abitudini non sono altro che meccanismi di difesa, capaci di influenzare il nostro comportamento quotidiano.

Tutti siamo concordi nell'affermare che l'essere umano è restio a smantellare la propria routine perché la ripetizione ci dà sicurezza, mentre le novità, seppur piccole, possono disorientarci.

Anche Ippocrate, padre della medicina, sosteneva che “le vecchie abitudini, anche se cattive, turbano meno delle cose nuove, tuttavia talvolta è necessario cambiare”.

Partire da se stessi
Modificare le proprie abitudini significa cambiare vita, talvolta migliorandone la qualità. Per affrontare qualunque cambiamento è importante piacersi e non sentirsi più inadeguati davanti allo specchio. Sentirsi più belli rende non solo più sicuri, ma anche più ottimisti e cambiando atteggiamento nei confronti del mondo si generano energie positive. Una migliore forma fisica induce al cambiamento delle cattive abitudini alimentari e di stili di vita, che spesso sono compensazioni di piccole o grandi insoddisfazioni.
Altro cambiamento personale che spesso aiuta a sentirci pronti per compiere dei passi successivi più grandi nella propria vita è modificare il proprio look, dai capelli, all'abbigliamento. In questo modo ci sentiremo nuovi e in grado di affrontare il mondo.

Le zone comfort

Le abitudini non garantiscono serenità e forza interiore; il bisogno di sicurezza facilita l'esistenza quando si eseguono compiti che conosciamo, ripetendone le gestualità, così che aprirsi a nuove strade provoca un forte stress che crea ulteriori blocchi. La paura del cambiamento è il timore di uscire dallo spazio mentale che comprende persone, luoghi e abitudini ed affrontare situazioni nuove ci porta a uscire dalla nostra zona comfort.
Uscire dall'area protetta, però, significa crescere, migliorare e, superata la linea di demarcazione, questa zona si allarga a sua volta e noi ci sentiamo meglio.

Un test per scoprire se si è routinari o pronti ai cambiamenti
Volete provare a verificare se siete pronti al cambiamento? Rispondete alle domande qui di seguito:
Il mezzo di trasporto ideale per una vacanza lontana:
A- treno
B- aereo o auto
Giornali, radio, e tg li segui:
A- raramente
B- più volte al giorno
Segui l'andamento delle borse e dell'economia?
A- no, non ho fatto investimenti
B- spesso/abbastanza
Letture preferite:
A- quotidiani/riviste
B- libri
Come ti regoli con le nuove tecnologie?
A- le uso e ne seguo le evoluzioni
B- le uso solo se necessario
Vinci un soggiorno in una spa
A- ci vado subito
B- lo giro ad un amico
Fai il riposino pomeridiano?
A- solo se stanco
B- spesso
Tu e lo sport:
A- un'attività indispensabile
B- un'attività accessoria
Per te il telefono cellulare:
A- un'opportunità
B- una necessità
I tuoi rapporti con gli altri
A- intensi e vari
B- riservati e selettivi
Oggi la società è
A- avanzata e in evoluzione
B- avanzata ma involuta

Risultati:

Maggioranza di A: siete persone innovative, ricche di energia e sempre alla ricerca di novità. Attenti però che il desiderio di novità non vi porti a rinunciare ai momenti di pausa e riflessione che ogni tanto sono fondamentali.

Maggioranza di B: riflessivi, metodici e affrontate le cose con raziocinio e ponderazione, mettendovi al riparo da imprevisti. Attenti però a non rinunciare ai momenti più intensi della vita, quelli che rompono gli schemi, e ogni tanto concedetevi qualche trasgressione.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  cambiamenti  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami