Home » Salute » Psicologia » Bioenergetica

Bioenergetica

Il collo contratto lancia un importante messaggio: la difficoltà a lasciarsi andare alle emozioni. Ma anche dolori nella parte inferiore del corpo e altre tensioni fisiche hanno la loro origine in un disagio emotivo di cui spesso si è inconsapevoli. La bioenergetica è un metodo che individua le tensioni fisiche per risalire a quelle psicologiche, per poi rimuoverle entrambe. Ecco un articolo che vi spiega come funziona la bioenergetica e quando è utile.

Bioenergetica

I disagi dell’anima
Sono molte le situazioni psicologiche che possono bloccare anche il corpo; per esempio se fin da piccoli si viene educati a reprimere le proprie fragilità, da adulti si nasconderà la propria parte vulnerabile con atteggiamenti giudicanti e poco favorevoli ai fallimenti. Con il tempo questi comportamenti diventano dei veri e propri blocchi che non paralizzano solo la spontaneità, ma anche il corpo con tensioni fisiche.

  • Chi vive come se fosse sempre in pericolo avrà spalle alzate e collo abbassato.
  • Chi ha difficoltà a liberarsi del passato avrà rigidità e affaticamento agli arti inferiori.
  • Chi ha difficoltà a esprimere i propri sentimenti (rabbia, senso di colpa, risentimento) ha spesso problemi a stomaco e intestino.

La bioenergetica
La bioenergetica è un metodo psicoterapeutico basato sulla combinazione di esercizi fisici e analisi della personalità, che serve proprio a liberare mente e corpo dai blocchi scaturiti dai disagi emotivi. Attraverso questa tecnica lo psicoterapeuta lavora sul disagio della persona a partire da un lavoro sulle tensioni del corpo; si tratta di veri e propri esercizi fisici che servono alle persone a prendere consapevolezza delle proprie tensioni e al terapeuta per valutare la situazione e capire gli atteggiamenti che stanno dietro a queste tensioni.
Gli esercizi aiutano a riaprire i canali emotivi, a restituire alla persona la libertà e la spontaneità, ma anche a favorire il dialogo con il terapeuta per scandagliare il disagio, i motivi che ne sono alla base e le modalità per superarlo.

Le sedute
La bioenergetica si presta a sedute di vario tipo, individuali o di gruppo, anche integrate con altre tecniche psicoterapeutiche. La seduta va fatta a piedi scalzi e, all’inizio, la persona assume una posizione particolare chiamata grounding, che favorisce il contatto dei piedi con il terreno e la focalizzazione delle varie tensioni muscolari presenti. In pratica si sposta il centro di gravità a livello dell’addome e si impara a sentire e liberare la carica energetica delle gambe e dei piedi.
Generalmente una seduta individuale dura 45 minuti, mentre è di 90 minuti per la terapia di gruppo.
Si svolgono esercizi dinamici che derivano dallo psicodramma ed esercizi fisici per allentare e scaricare la tensione muscolare.

A chi è indicata
La bioenergetica è indicata soprattutto a coloro che si trovano in una situazione di disagio psichico di tipo nevrotico. Ne sono espressioni tipiche l’ansia, gli attacchi di panico, la depressione e i disturbi della personalità più lievi.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami