Home » Salute » Psicologia » 4 modi per imparare l'autocontrollo

4 modi per imparare l'autocontrollo

Agire d'impulso non è quasi mai la scelta migliore, molto meglio saper gestire gli stati d'animo. Lo conferma anche una ricerca americana e noi vi suggeriamo alcuni modi per imparare l'autocontrollo

4 modi per imparare l'autocontrollo

Secondo una ricerca americana dell'Università di Chicago, lasciare ampio spazio alle proprie emozioni non contribuirebbe ad avere una vita migliore, anzi! Per essere sereni e felici, invece, dovremmo imparare ad avere maggior autocontrollo, che però non va confuso con la mancanza di slanci o scarsa affettività.

Self Control
Chi è dotato di autocontrollo ha una grande qualità: è in grado di non farsi sopraffare dalla rabbia,dalla paura e dall'ansia e sarebbe in grado di diminuire il peso di queste emozioni così da evitare  le conseguenze che potrebbero derivare dagli atteggiamenti sbagliati che di solito giungono dall'impulsività. Essere padroni delle proprie emozioni è una caratterisitca invidiabile che però non va confusa con la mancanza di sensazioni o la scarsa affettività, che sono invece caratteristiche non apprezzabili e destinate a suscitare disagio e insicurezza in chi le subisce.
Avere self-control è invece sinonimo di attenzione e rispetto per gli altri e chi è in grado di controllarsi, di sicuro riesce a stabilire relazioni d'amore, d'amicizia e di lavoro, più solidi, armonici e duraturi rispetto a chi non è capace: imparare l'autocontrollo, quindi, ha parecchi vantaggi.


Credits: Foto di @Pexels | Pixabay
Imparare l'autocontrollo in 4 mosse
Ecco alcune regole che  ci insegnano ad avere una maggiore padronanza di noi stessi e delle nostre emozioni, con il vantaggio di essere più sereni e avere relazioni migliori.

  1. Controllare  le emozioni negative
    Bisogna chiamare le varie emozioni con il loro nome: per esempio se si è preoccupati per qualcosa si deve focalizzare il sentimento negativo per poi ripetersi “io sono triste” o “ho l'ansia”. Quando si impara a identificare la propria emotività, ciò vale anche per le sensazioni positive, sia in bene che in male, diventa più semplice essere padroni di ogni singola emozione.
  2. Da dove nascono le emozioni negative?
    In questo modo si può poi superare il momento critico; se per esempio subiamo un'ingiustizia anziché dare spazio all'eventuale sentimento di rabbia che si prova, bisogna cercare una giustificazione al gesto.
  3. Cercare di non essere aggressivi
    È importante vietarsi comportamenti aggressivi o riprovevoli, come alzare la voce, sbattere le porte, insultare, scaraventare oggetti a terra o alzare le mani contro qualcuno. Quando compiamo gesti violenti si corre il rischio di piacere di meno agli altri ma soprattutto di arrivare a provare vergogna di sé.
  4. Rilassarsi
    Ogni qualvolta sopraggiunge un'emozione negativa, dobbiamo imparare a  rilassarci. Una tecnica rapida ed efficace è quella di respirare lentamente dell'aria dalle narici e poi buttarla fuori dalla bocca. Mentre si inspira si deve immaginare di inalare insieme all'aria una quantità di energia dal potere rasserenante e rivitalizzante, mentre si espira si deve pensare di gettare fuori da sé ogni sentimento negativo.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami