Home » Salute » Psicologia » Ansia da vacanza: quando lo stress scatta per le ferie

Ansia da vacanza: quando lo stress scatta per le ferie

Si sognano e aspettano tutto l'anno, ma per qualcuno quando le vacanze si avvicinano scatta l'ansia dell'organizzazione e la paura di riempire i tempi vuoti. Cosa fare? Come affrontare al meglio le ferie?

Ansia da vacanza: quando lo stress scatta per le ferie

Le vacanze dovrebbero essere sinonimo di relax, pace e tempo per sé, ma per molti sono fonte di angoscia e stress. Per prima cosa, affinché questa pausa sia positiva, bisogna imparare a riconoscere ciò di cui abbiamo bisogno e vivere le settimane di ferie con leggerezza, accettando anche imprevisti e situazioni dell'ultimo minuto. Le persone che soffrono maggiormente di ansia da vacanza, sono quelle molto razionali, che hanno bisogno di tenere tutto sotto controllo e di organizzare ogni minuto del proprio tempo.


La scelta della meta
Per molti il primo motivo di stress è la scelta del luogo dove passare la propria vacanza; bisogna far coincidere budget, periodo, esigenze personali e di chi viaggia con noi, e se siamo soli con chi partire se con gli amici o con un gruppo di sconosciuti. È fondamentale in questa fase ricordarsi che si tratta anche delle vostre ferie e per evitare l'ansia da vacanza, bisogna imparare a riconoscere le esigenze personali e valutare le risorse fisiche e psicologiche di cui si dispone, tenendo in considerazione limiti e risorse.

Bisogno di organizzare ogni cosa
Dopo aver superato lo stress dei preparativi, alcune persone appena raggiunta la meta non fanno nemmeno in tempo a sistemare i bagagli che immediatamente vengono assaliti dall'ansia di voler vedere tutto, partecipare a qualunque attività e hanno l'esigenza di programmare le giornate minuto per minuto. Se però si vuole davvero staccare la spina ci si deve anche abbandonare ad esperienze nuove e vivere giorno per giorno accettando imprevisti e casualità.


Aspettative eccessive
Spesso le persone soffrono di ansia da vacanza perché si creano delle aspettative enormi sulle ferie con la speranza di compensare frustrazioni lavorative e personali accumulate in un anno. Non c'è nulla di più sbagliato; bisognerebbe partire con la mente libera, non crearsi castelli in aria ed essere aperti e ricettivi alle esperienze che si presenteranno di volta in volta.

Bisogno di dimostrare qualcosa
C'è chi, durante le proprie vacanze, progetta e fa cose che in realtà non gli si addicono; persone che decidono di partire in trekking faticosi, solo per poter dimostrare agli altri di quanto si è avventurosi o gente che sceglie di fare una vacanza in barca, pur soffrendo il mal di mare, solo perché va di moda. Insomma, ognuno deve, invece, vivere questo periodo come gli pare e piace, scegliendo il viaggio in base ai propri gusti e non per compiacere gli altri.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  ansia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami