Home » Salute » Psicologia » Ansia e abbuffate, i disturbi del millennio

Ansia e abbuffate, i disturbi del millennio

Quali sono i disturbi più diffusi di questo millennio? Si parte dall'ansia per arrivare alle abbuffate, quali sono e soprattutto quale è la causa per cui sempre più soffriamo di questi problemi?

Ansia e abbuffate, i disturbi del millennio

Dall'ansia alle abbuffate: i disturbi del millennio
Nel manuale di psichiatria più famoso e riconosciuto al mondo, ovvero il DSM-5 sono contemplate tutte le possibili, riconosciute e studiate problematiche a livello psichiatrico che l'uomo conosca. É un sistema diagnostico tra i diversi che si possono considerare in psichiatria prodotto dall'American psychiatric association, insieme all'ICS sono i punti di riferimento principali per gli “addetti ai lavori” del cervello.
L'Icd è il sistema diagnostico principale e ufficiale per analizzare e soprattutto diagnosticare e in ultimo inserire in una cartella clinica un caso.
Il DSM si usa, principalmente in America, ma anche qui da noi, per avere quindi un riferimento per la selezione dei pazienti.


Uso dei farmaci
La possibilità di dividere i pazienti in categorie permette al medico di sapere poi come orientarsi nell'eventuale uso di categorie specifiche di farmaci e non commettere a tale livello degli errori, o meglio l'uso improprio di tali medicine.
Si tratta di un lavoro molto delicato, quello a livello clinico, poiché una volta che si è reso evidente e si è classificato il problema psichiatrico, si elabora quindi una diagnosi che è tipica di ogni singolo caso, si cerca di specificare anche se ad esempio in un caso di depressione è presente e in quale modalità anche la parte ansiosa o il rischio di suicidio con il grado di rischio.


La nostra società
Nella nostra società sono sempre più diffusi casi di persone depresse e in tale senso, l'uso di “punti di riferimento” come quelli prima enunciati è per psicologi e psichiatri di enorme aiuto.
Tra le altre problematiche che spesso si evidenziano vi è anche quella dei disturbi del comportamento alimentare, dove ad esempio troviamo le “crisi di abbuffate” spesso senza vomito, oppure l'uso improprio ma voluto per raggiungere ad esempio un dimagrimento attraverso i lassativi.
Da queste problematiche su base alimentare arriviamo alle “dipendenze da internet” che per ora non sono ancora stare fatte rientrare nel DSM poiché mancano ancora numerosi studi e ricerche che ne dettaglino nello specifico le peculiarità e la diffusione.
Non si deve solo più pensare alla psichiatria come ad una “scienza” che studia le persone con gravi problemi di salute poiché spesso e proprio nella nostra società sono seguiti da psichiatri moltissime persone con problemi che in verità stanno sempre più aumentando, qualche esempio?
Depressione, attacchi di panico, disturbi legati all'ansia, disturbi della personalità e disturbi del sonno.
Non è corretto pensare che si tratti di disturbi mentali ovvero legati alla mente, al cervello poiché hanno un forte legame con la società, i suoi ritmi il lavoro e la famiglia. Le alterazioni biologiche spesso non sono la causa principale, ma una concausa.


Paure
Recarsi da uno psichiatria è spesso vissuto con una enorme difficoltà
, perché si associa tale figura con chi cura i “matti”, ma come abbiamo potuto ben vedere non è così, partendo dal concetto che nessuno è normale e chi più chi meno, in verità un pochino tutti abbiamo dei piccoli o grandi problemi.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  ansia   stress  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami