Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Psicoconsigli per non ingrassare durante le feste

Psicoconsigli per non ingrassare durante le feste

Per star bene e non pentirti passate le feste natalizie, evita di abbuffarti e mangia in modo furbo: segui questi trucchi!

Psicoconsigli per non ingrassare durante le feste

Ormai si sa, il mese di dicembre mette a dura prova il nostro stomaco e la linea. Tuttavia è possibile riuscire a non ingrassare senza rinunciare alle numerose golosità del periodo. L'importante è seguire alcuni consigli che hanno più a che fare con la nostra mente che con lo stomaco, perché non si mangia solo con la bocca!



A tavola con calma e masticando a lungo

Siccome cene e pranzi delle feste sono anche un'occasione per ritrovarsi tra parenti e amici, cerchiamo di goderci il cibo con calma, alternandolo a chiacchiere e convenevoli.
Secondo alcune ricerche poi non smettiamo di mangiare quando siamo sazi, ma dipende da una combinazione di fattori, quali quanto si mastica, quanto si gusta, quanto ingoiamo, quanto si pensa al cibo e quanto tempo impieghiamo a mangiare. Ciò vuol dire che più velocemente divoriamo ciò che abbiamo nel piatto, più alimenti ingeriamo e potrebbe anche durare venti minuti perché è questo il tempo impiegato dal nostro corpo e dal nostro cervello per segnalare il senso di sazietà.
Quindi mastichiamo a lungo, mangiamo lentamente e preferiamo cibi da moderare, che richiedono più tempo per essere consumati.

Impariamo ad usare lo stomaco e non gli occhi
I nostri abiti ci indicano se abbiamo mangiato troppo, ma come facciamo a sapere se ci stiamo ingozzando? Dalla quantità. Tuttavia alcuni studi hanno dimostrato che se una persona pensa di mangiare meno del normale, crederà di avere ancora fame; se pensa di aver mangiato di più crederà di essere sazia. Perché ingeriamo la quantità di cibo che desideriamo, non le calorie che vogliamo. Sapendo che crediamo ai nostri occhi, non allo stomaco, l'industria alimentare spesso aggiunge acqua e aria ai cibi per farli sembrare “più grandi”.


Importante il tipo di recipienti

Ogni elemento che impera sulla nostra tavola può spingerci a mangiare un buon 20% in più oppure, allo stesso modo, anche un 20% in meno. Quindi quali sono i segnali intorno a noi che ci indicano quanto mangiare? Uno è la grandezza della confezione: usare piatti da dessert anche per altre pietanze, meglio se quadrati che creano soggezione con quegli spigoli dove si annidano gli intingoli da evitare. Bene alle stoviglie di colore rosso perché questa tinta agisce sul nostro sistema gastrico come un segnale di stop. Per i bicchieri invece se ve ne danno uno alto e sottile e uno corto e largo, berrete il 25-30% in più da uno rispetto che dall'altro.

Come resistere alle tentazioni?
Lontano dagli occhi lontano dal cuore: se il porta cioccolatini è sulla scrivania dovrete continuare a resistere, la soluzione quindi è svuotare il contenitore o tenerlo lontano. Inoltre provate la dieta del see food, cioè preparate cibi sani e metteteli in vista, gli altri vanno conservati in luoghi poco accessibili e piccole ciotole di frutta possono sostituire i porta dolci.
E infine ricordate che la monotonia facilita la dieta: quindi non preparate troppa varietà di cibo, altrimenti vorrete assaggiare. I nostri sensi vengono storditi o saziati se sperimentano continuamente lo stesso stimolo.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  dieta   natale  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami