Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Paleo dieta

Paleo dieta

Per noi uomini del 2013 sentire parlare di paleodieta potrebbe sembrare assurdo, ma in verità si tratta di una dieta abbastanza trendy, soprattutto per tutti coloro che sono affascinati da regimi iperproteici.

Paleo dieta

La paleo dieta, o dieta paleolitica o dieta delle caverne, era tipica dell'uomo preistorico, cioè un uomo raccoglitore-cacciatore, la cui alimentazione era ricca di carne, spesso consumata cruda, accompagnata da tuberi e frutti selvatici. Se si analizza tale alimentazione non è del tutto sbagliata, perché vi è una buona presenza di cibi ricchi di fibre e di vitamine e anche di sali minerali, i quali si mantengono integri perché non cotti.


Alimenti presenti e alimenti assenti nella dieta paleolitica

Si tratta di una dieta che rientra a tutti gli effetti tra le diete iperproteiche, tanto seguite nella nostra società. La caratteristica generale di questa tipologia di diete è che in poco tempo permettono di raggiungere un calo ponderale anche molto importante, grazie all'introito elevato di proteine a discapito di zuccheri (glucidi) e grassi (lipidi). Al contempo però è da tenere presente che, inesorabilmente, si crea un squilibrio nell'organismo per le troppe proteine introdotte e i pochi zuccheri che, come ben si sa, rappresentano la prima fonte energetica, soprattutto per organi quali ad esempio il cervello.
Spesso le persone che seguono queste diete evidenziano, dopo un iniziale stato di euforia legato al successo della dieta, un calo di concentrazione e un sentimento di tristezza, perché il cervello è a corto di zuccheri.
Nella paleo dieta mancano del tutto le uova e il latte, che rientrano nell'alimentazione dell'uomo primitivo solo dopo la trasformazione da nomade a stabile, ovvero quando l'abitudine non è più quella di cacciare soltanto gli animali, ma di sceglierli ed allevarli anche.
Mancano, ovviamente, anche i prodotti lievitati, tutti i farinacei e i prodotti da forno.


Perché seguire la dieta della caverne
La paleo dieta sotto certi aspetti insegna come la mancanza prodotti che caratterizzano la nostra alimentazione attuale sia un bene: i troppi dolci, le bevande zuccherine o le merendine in generale ormai è assodato che di positivo non hanno nulla.
Ritornare in parte ad ispirarsi a questa alimentazione di base prevede un'introduzione maggiore di alimenti di tipo vegetale, di frutta e verdura soprattutto freschi e non cotti, di tuberi e radici, di cui in Italia abbiamo larga produzione, ai molti però quasi sconosciuta.
Cercare di consumare la carne nella corretta misura, senza esagerare, e in questo caso consiglierei cotta, poiché la carne cruda, a meno che non si abbia la massima certezza, può esporre l'organismo a contaminazioni sia batteriche sia parassitarie.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  dieta   alimentazione   carne  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami