Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Farine senza glutine, quali sono le più comuni - Parte 1 di 3

Farine senza glutine, quali sono le più comuni

Molti sono gli alimenti da cui si può ricavare la farina e tanti senza glutine, ecco i principali

Farine senza glutine, quali sono le più comuni

Non tutte le farine alternative alla normale farina bianca derivata dal frumento, sono farine senza glutine.
In alcuni casi, erroneamente, si pensa che molti di quelli chiamati cereali alternativi siano privi di questo elemento spesso fonte di intolleranza o addirittura di allergia sino alla celiachia.
Bisogna quindi fare molta attenzione nella scelta.
Ma quali sono queste farine alternative?
Quali sono quelle veramente senza glutine?
E cosa presuppone l'assenza di questa sostanza?


Quante sono le farine senza glutine?
Sono in verità moltissime, purtroppo è l'abitudine al consumo del frumento ad aver condizionato la nostra alimentazione. Parleremo di quelle più versatili, ma potete trovare le farine di legumi che sono senza glutine (ceci e fagioli), la farina di castagne e le farine derivate dalla frutta secca (mandorle, noci, nocciole), che hanno però impieghi molto ridotti a causa del loro sapore.

Credits: Foto di @photoshoptofs | PixabayFarina di riso
Il riso è uno dei cereali che consumiamo normalmente e da esso è possibile ricavare anche diversi tipi di farina: farina bianca, farina integrale, semola bianca e semola integrale. È tra le farine quella con un alto apporto di amido ed un basso contenuto di grassi oltre che essere inclusa nelle farine senza glutine. Impiegata per diverse preparazioni è però sconsigliata nella panificazione per l'eccessiva compattezza che ne risulterebbe, meglio quindi torte biscotti, pasta ma non il pane.

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 3
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami