Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Errori di alimentazione che non fanno dimagrire

Errori di alimentazione che non fanno dimagrire

Perché non dimagrisco? Se ve lo siete chiesti almeno una volta, ecco gli errori più comuni nelle diete

Errori di alimentazione che non fanno dimagrire

Avere la volontà di seguire una dieta ma non dimagrire, a quante di voi è successo?
La risposta credo sia affermativa per la maggior parte di noi, ma non è detto che si facciano sempre gli stessi errori, magari si è recidivi su alcuni comportamenti o si persevera in atteggiamenti mentali che poi a lungo termine incidono negativamente.

Porsi un obiettivo
Quando si decide di dimagrire la prima cosa è avere la massima convinzione di volere perdere qualche chilo e non solo un desiderio superficiale. É necessario porsi un obiettivo ponderale facendosi aiutare da uno specialista, come ad esempio un dietologo o una dietista.
Uno dei più grandi errori è cominciare senza conoscere la “destinazione”, ovvero quanto vogliamo perdere. Sapendo invece il peso desiderato, o comunque il peso che ci farebbe stare meglio, è più facile seguire un piano strutturato dal punto di vista alimentare, associato ad una corretta attività fisica.
La dieta non deve essere vissuta come un'imposizione, ma come la volontà da parte del soggetto di stare meglio e non solo per una questione estetica, ma soprattutto mentale.


Credits: Foto di @shutterbug | Pixabay
Mancanza di attività fisica
È davvero molto difficile riuscire a pensare di seguire una dieta senza mettersi in gioco, ovvero senza spronarsi verso un'attività fisica costante e moderata. Non è richiesto scalare l'Everest, ma nemmeno oziare davanti alla tv aspettando il miracolo!
Anche in questo aspetto lasciatevi consigliare dal vostro specialista, il quale vi indicherà il tipo di attività sportiva migliore. Tenete presente che passeggiare o camminare a passo spedito, come si fa ad esempio nella camminata nordica, potrebbe già essere di grande aiuto.


Poca frutta e poca verdura
Ecco un altro errore davvero da evitare: quando si inizia una dieta solitamente si inizia a consumare più frutta e verdura poiché ricche di fibra, vitamine e sali minerali nonché di acqua. Ma poi succede che questa sana abitudine della dieta croccante si vada a perdere per pigrizia o perché più attratti da altri alimenti.


Diete troppo povere di zuccheri
Le diete troppo povere di zuccheri e troppo ricche di proteine nel tempo causano importanti e seri problemi che allontanano la persona che le ha seguite a continuare con ritmi alimentari spesso insostenibili. Ecco perché, come dietista, sconsiglio vivamente di evitare tali scelte, come ad esempio la dieta dieta Dukan, per la quale possono anche manifestarsi danni ai reni per il sovraccarico proteico e danni a carico dell'umore (depressione) per i pochi zuccheri che arrivano al cervello.


Mescolare alla dieta cibi “spazzatura”
Seguire bene la dieta e poi lasciarsi andare con cibi spazzatura, che sbaglio! Quello che normalmente io, da dietista, permetto nelle mie diete una volta alla settimana è ciò che di solito non è concesso, ad esempio una bella pizza, una bella fetta di torta, ma non certamente delle patatine o cibi pronti e carichi di grassi ecc. A tutto c'è un limite!
Se proprio però non riuscite a farne a meno, cercate di rimediare il prima possibile con una bella macedonia di frutta o pinzimonio di verdura di stagione.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  dieta   junk food  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami