Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Dieta slow-aging

Dieta slow-aging

Come frenare il tempo e l'invecchiamento con l'aiuto dell'alimentazione.

Dieta slow-aging

Qualcuno di voi si ricorderà il film bellissimo, e per certi versi divertente e toccante, intitolato Cocoon, in cui un gruppetto di anziani scopre per caso una piscina di acqua miracolosa che fa ringiovanire.
Purtroppo è solo un film poiché non esiste, almeno per ora, un ritrovamento di questo tipo, ma con le conoscenze attuali e la scienza al fianco della medicina si può seguire una dieta fatta di alimenti cosiddetti anti-aging, ovvero amici della salute e della forma fisica, capaci quindi di creare dei piccoli ostacoli al tempo che passa.

Fermo restando che invecchiare è una parte della vita e come tale va accettata e vissuta nel modo migliore possibile, facendo ad esempio scelte di tipo preventivo già prima dei 40 anni, si porranno le basi per una terza età all'insegna della salute e della buona forma fisica.


Ricetta alimentare contro il tempo
Dal recente libro edito da Gribaudo La dieta slow-aging, l'autore Pier Paolo Rovatti scrive contrapponendosi alle diverse diete modaiole in cui si inneggia ad un abbassamento drastico e selvaggio delle calorie a favore di una dieta che porti alla terza età in modo sobrio e molto più equilibrato.
Tra i primi concetti espressi in questo libro vi è sicuramente quello di seguire non tanto una dieta, ma un'educazione alimentare vista come comportamento alimentare corretto, in cui si scelgono i diversi alimenti in base alle loro caratteristiche nutrizionali, agli abbinamenti e anche al metodo di cottura.

La cottura
Saper cuocere un alimento è molto importante per evitare prima di tutto le perdite di micro-principi nutritivi, tra cui sali minerali e vitamine. Cotture troppo prolungate o ad alte temperature non sono certo di aiuto per prevenire diverse malattie tipiche della terza età. Invece tra quelle più indicate vi è sicuramente la cottura a vapore o la cottura alla griglia.
Evitare invece il più possibile i fritti, poiché aumentano il contenuto calorico dei cibi e sono anche più difficili da digerire.


Vitamina C
La vitamina C presente in moltissimi ortaggi e frutti (soprattutto quelli rossi e arancioni, ma non solo basti pensare al prezzemolo) è un antiossidante per eccellenza e la sua funzione anti-rughe è ormai conosciutissima, ecco perché è molto importante consumare almeno 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno ed evitare ad esempio di fumare, poiché il fumo di sigaretta fa aumentare i radicali liberi e quindi fa invecchiare più precocemente. La vitamina C favorisce anche la produzione di collagene importante per dare elasticità e tono alla pelle.
Evitare se non richiesti espressamente dal proprio medico gli integratori, una dieta sana ed equilibrata conterrà già tutte le vitamine e i sali minerali di cui si ha

Indice glicemico
E' molto importante conoscere l'indice glicemico (il tempo in cui liberano zuccheri nel sangue) degli alimenti, poiché alcuni hanno l'indice altissimo, mentre altri lo hanno più basso. Ad esempio i cereali integrali hanno un indice glicemico più basso rispetto a quelli raffinati, una scelta orientata su pane e pasta integrale serve per evitare pericolosi picchi glicemici.
Lo zucchero sarà bene sostituirlo ad esempio con il miele o la stevia, ma i più bravi potrebbero addirittura riuscire ad eliminarlo dalla dieta; pensando a quanti alimenti dolci si consumano, lo zucchero non è poi così necessario a cucchiaini nel caffè.

Attività fisica
Da non dimenticare che una buona dieta dovrà esser seguita da una moderata ma costante attività fisica. Un tuffo in piscina, anche se non quella ringiovanente di cui si parlava ad inizio articolo, potrebbe essere una buona idea!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami