Home » Salute » Dieta / Nutrizione » La dieta McKeith, tornare in forma last minute

La dieta McKeith, tornare in forma last minute

La dieta della nutrizionista più famosa della Gran Bretagna possiamo seguirla anche noi: volete scoprirne i pro e i contro?

La dieta McKeith, tornare in forma last minute

Dieta e sempre dieta, per molte persone, soprattutto donne che alla giovane età di 25 anni hanno già provato più di 4 diete, purtroppo senza successo nella maggior parte dei casi. I motivi possono essere vari, ma soprattutto il fatto di fare diete fai da te e seguire consigli di persone non specializzate nel settore nutrizionistico.

Quando arriva l'estate poi “sbocciano” diete ovunque: sulle riviste, alla televisione, per radio per non parlare del web dove presunti guru dell'alimentazione si sfidano in guerre tra insalate, frutta esotica e semi di sesamo!
Non esiste al mondo una dieta magica, che in pochi giorni risolva un problema che magari si è creato nell'arco di un anno di alimentazione poco equilibrata, grassi e zuccheri in eccesso, inoltre seguire una dieta troppo drastica danneggia anche l'umore e mette tristezza.

La Dottoressa Gillian McKeith, nutrizionista di origine scozzese, ha come clienti persone assai famose, come ad esempio Madonna e Charlize Theron, le quali seguirebbero pedestremente i suoi consigli, oggi racchiusi in un nuovo libro La dieta McKeith: il metodo per rimanere sempre in forma, edizioni Il Corbaccio, una dieta che promette un dimagrimento last minute!


Quali sono i principi di questa dieta?
Prima di tutto la dottoressa si pone come obiettivo l'educazione alimentare, che è alla base di una buona riuscita in ambito nutrizionale, ad esempio consiglia di tenere un diario alimentare nel quale quotidianamente segnare tutto ciò che si consuma.
In effetti il metodo del diario alimentare è sfruttato e impiegato da moltissimi dietologi e anch'io personalmente come dietista lo condivido, perché pone la persona come davanti ad uno specchio in cui si riflettono ogni giorno le sue scelte alimentari e sulle quali è più facile poi capire e valutare eventuali errori.
Il secondo passo dopo il diario alimentare è quello di “fare pulizia”, cioè eliminare quei cibi che danneggerebbero il benessere psicofisico della persona.
A questo punto è possibile passare ad una dieta vera e propria, che avrà una durata di 28 giorni; l'autrice da indicazioni precise su colazione, pranzo e cena e comprende anche due spuntini.

Quali consigli pratici da questa dieta?
Ad esempio vi è un onnipresente bicchiere di acqua prima di ogni pasto, così come zuppe a pranzo e cena, mentre per alleviare gli eventuali crampi della fame un piccolo biscotto.
Anche in questa dieta, come in molte altre, si trovano riferimenti detox e si consiglia di bere acqua calda (tisane), consumare carciofi, molta frutta sottoforma di macedonie e semi di lino per aiutare l'intestino e agevolare la peristalsi.


Difetti della dieta McKeith
Nel libro della dottoressa McKeith non si indica esattamente quando si potrà perdere, ma è possibile con questo regime alimentare riuscire a perdere da 1 kg nella prima settimana fino a 3 kg entro la fine del mese.

Pregi della dieta McKeith
E' una dieta ricca di molto pesce, sempre indicato così come i legumi al posto della carne; inoltre la quantità di acqua è tale da permettere una buona depurazione e un effetto idratante, quindi sarebbe opportuno seguirla in estate o in primavera.

Consiglio
Come per qualsiasi tipologia di dieta, prima di iniziare fate degli esami del sangue seguendo il consiglio del vostro medico, in questo modo avrete un'idea dei valori principali (glicemia, trigliceridi, colesterolo ecc), e fatevi seguire da uno specialista.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  dieta  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami