Home » Salute » Dieta / Nutrizione » Dieta del carciofo

Dieta del carciofo

In primavera arrivano anche loro, i carciofi, pungenti solo esteriormente perché dotati di spine, ma dal cuore tenero e ricchi di sostanze ottime per la salute, veri e propri serbatoi di vitamine e sali minerali ottimi per una dieta disintossicante e rigenerante.

Dieta del carciofo

Per le sue caratteristiche il carciofo può essere utile a controllare il peso: è ricco di fibra, amico quindi dell’intestino, soprattutto di coloro pigri da questo punto di vista. In 100 grammi di carciofo vi sono fino a 5 grammi di fibre ed il nostro fabbisogno quotidiano è di 10 grammi, dunque la metà può esserci fornita solo da 2 carciofi!

Il lavoro delle fibre di questo ortaggio è utile anche per allontanare le tossine, depurarci e controllare i livelli di glicemia nel sangue (zuccheri nel sangue), poiché li mantiene ad un livello accettabile, non inducendo in attacchi di fame improvvisi, cosa che invece si ha se si consumano alimenti raffinati e senza fibre.

Il carciofo contrasta la ritenzione idrica ed è perfetto in insalata, un modo per conservarne tutte le sue qualità vitaminiche, soprattutto la C, visto che in un etto vi sono 12 mg di questa vitamina. Ecco perché è bene tagliarlo a fettine sottili (usate i coltelli con la lama in plastica che non ossidano la verdura) e aggiungete il succo fresco di limone. Una scelta davvero dietetica e sana, non pensiate sia indigesto, tutt'altro!


Credits: Foto di @billybobhq | Pixabay
Come inserire i carciofi nella dieta
Per una dieta a base di carciofi provateli in insalata, come sopra indicato, oppure in carpacci ricchi di sapore e aroma, lievemente scottati o saltati in padella.
Per i più pigri, che non hanno voglia di recarsi al mercato e comprare quelli freschi crudi che poi vanno puliti e mondati, esiste la pratica versione surgelata in cui teneri cuori di carciofo sono già belli pronti, lavati e solo da mettere in padella.
Le foglie, fatta eccezione per quelle più esterne, vanno tutte consumate perché ricche di cinarina , sostanza utile per disintossicare il fegato, inoltre ha la peculiarità di abbassare il tasso di colesterolo e trigliceridi e stimola la diuresi, questo significa che tra gli effetti positivi e ricercati vi è quello di far sgonfiare la pancia e far splendere la pelle.


Credits: Foto di @RWA | Pixabay
Consigli pratici
Ecco come inserire il carciofo nella dieta per almeno due settimane, partendo da questi consigli generali:

  • Mantenere una prima colazione ricca a base di latte, cereali integrali e frutta fresca di stagione
  • Spuntino a base di frutta fresca di stagione o uno yogurt
  • Pranzo e cena potrete consumare carne o pesce alla griglia o al cartoccio o al forno con contorno di carciofi (almeno 100 grammi a persona) crudi in insalata, insieme a del radicchio o del sedano.
  • Frittate a base di carciofi, oppure carciofi alla giudea
  • Riso o pasta con carciofi

I carciofi possono davvero prestarsi per tantissime ricette, gustati in modo semplice o più elaborato, l’importante è non farseli mancare, sia a pranzo che a cena, per almeno due settimane.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  dieta  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami