Home » Salute » Dieta / Nutrizione » I cibi giusti per riprendersi dall'influenza

I cibi giusti per riprendersi dall'influenza

Anche l'alimentazione ha un compito importante per la corretta ripresa di salute dopo un'influenza o un raffreddamento. Sapete quali sono gli alimenti giusti da mangiare?

I cibi giusti per riprendersi dall'influenza

L'autunno è arrivato e con lui i primi freddi, i primi sbalzi repentini a livello climatico che hanno come effetto inesorabile quello di causare in grandi e piccini il raffreddore, la gola che si arrossa, la tosse ecc.

L'influenza può lasciare, dopo il suo passaggio, uno strascico di stanchezza, un'energia minore per affrontare la giornata, ecco perché è fondamentale scegliere i cibi giusti e ricreare una dieta equilibrata per recuperare al massimo le forze.


La dieta del convalescente
Prima di tutto è necessario dare la possibilità al fisico di grandi e piccini la possibilità di riprendere energie, ma soprattutto di riposarsi il più possibile. La dieta dovrà essere leggera, energetica e al contempo digeribile, senza affaticare organi quali il fegato o l'intestino.
Preferire quindi latte e yogurt magri ma ricchi di calcio e fosforo, frutta e verdura di stagione fresca e profumata, che stimoli l'appetito e dia un piacere anche visivo. La stimolazione da parte di un cibo passa sempre dalla vista prima di “toccare” il palato, quindi scegliere i cibi anche in virtù della loro naturale bellezza fa bene non solo al fisico ma anche alla mente.
Pasta o riso meglio se integrali, conditi con sughi semplici a base di pomodoro o di verdura (in bianco), da accompagnare con macedonie colorate e cromaticamente stimolanti.
Per la cena è meglio orientarsi su creme di verdure o con l'abbinamento tra cereali e legumi; a livello proteico di origine animale preferire il pesce alla carne, quest'ultima consumarla al massimo 2 o 3 volte alla settimana, incentivando invece il consumo del pesce, meglio se fresco (ma anche quello congelato andrà benissimo!).
A livello di carne prediligere quelle magre e magari bianche, come pollo, tacchino, coniglio, adatto, quest'ultimo, soprattutto per i bambini.
Tra i tipi di pesce meglio prediligere la trota, il nasello, la sogliola, semplici e pratici da preparare ad esempio al forno al cartoccio o alla mugnaia in padella (per la sogliola) con un filo di olio extravergine di oliva e il limone fresco.

Imparare dai gatti!
Sì, vi sembrerà strano detto così, ma imparare dai nostri amici a quattro zampe furbi, agili e miagolanti è davvero utile. I gatti mangiano poco e spesso durante l'arco della giornata. Bene, dopo l'influenza per una buona convalescenza e un ottimo ripristino delle condizioni di salute, proviamo a frazionare i nostri pasti in pasti piccoli e nel numero di 5 o 6 nell'arco della giornata, saranno più digeribili e meglio accettati dal nostro organismo, che se ha superato un brutto raffreddore e una gola arrossata non se la sentirà di pasti pantagruelici!


Vitamine dopo l'influenza
Le vitamine per una buona ripresa post-influenzale hanno una rilevanza notevole, infatti è bene sapere che ad esempio quelle del gruppo B servono per utilizzare al meglio gli zuccheri, quindi consumare latte, carne, uova, funghi, frutta secca ne apporta una ottima quantità.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  dieta   influenza   dieta sana  
CONDIVIDI

3 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da carmineu
     

    utisissimo,grazie

  2. Inviato da alemalla
     

    sono contenta che sia stato utile leggerlo!!!!!am

  3. Inviato da morena1
     

    ottimo

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami