Home » Salute » Benessere » Well Being Therapy: come ritrovare il benessere

Well Being Therapy: come ritrovare il benessere

Una terapia che cerca di scacciare il malessere per un tempo il più lungo possibile ed insegna a prendere consapevolezza dei momenti positivi

Well Being Therapy: come ritrovare il benessere

Soprattutto coloro che soffrono di ansia, depressione e disturbi della sfera emotiva hanno bisogno di incrementare l'autostima e provare a vivere il più possibile in una condizione di benessere. Mentre la maggior parte delle terapie psicologiche cercano di lavorare sul sintomo e tentano di trovare le radici del problema, la Well being Therapy, messa a punto dalla psicologa americana Carol Ryff, insegna alle persone a cambiare il loro punto di vista.


Il benessere psicologico

Alcune teorie considerano il benessere psicologico come puramente soggettivo perché la felicità e la serenità dipendono dal raggiungimento di obiettivi del tutto personali. Ciò che fa stare bene un individuo non necessariamente lo è anche per un altro.
Se è vero che alcune situazioni di vita, come la crisi economica e sociale, lutti e separazioni sono elementi che mettono a rischio la serenità di tutti, le basi del benessere sono uguali per tutti.
Per stare bene è necessario:

  • costruire legami solidi, basati su fiducia e rispetto
  • accettarsi e volersi bene
  • avere obiettivi precisi
  • essere autonomi
  • avere padronanza dell'ambiente che ci circonda
  • crescere personalmente.

Come funziona
Essere felici è un po' lo scopo di tutti, ma non è un'utopia, la cosa importante è imparare a modificare i pensieri negativi e avere un atteggiamento possibilista. La Well being therapy è una psicoterapia breve, solitamente si effettuano tra 8 e 16 incontri e il prof. Giovanni Andrea Fava dell'Università di Bologna, la definisce una sorta di auto-terapia guidata.
Durante gli incontri lo psicologo indagherà quali meccanismi hanno interrotto lo stato di benessere della persona, aiuterà ad avere comportamenti diversi e indirizzerà i pensieri verso ciò che fa stare bene. Tra un incontro e l'altro si invita poi il paziente a tenere un diario sul quale annotare i vari momenti positivi, anche se si tratta di brevi attimi.
Lo scopo è proprio quello di focalizzare il pensiero sulle situazioni positive che si vivono quotidianamente, anziché sul malessere, e questo atteggiamento aiuta le persone a prendere consapevolezza delle esperienze costruttive.


Una terapia efficace
Con la Well Being therapy si ottengono buoni risultati in casi di disturbi d'ansia generalizzata, depressione e disturbi dell'alimentazione. Pare che anche adolescenti e anziani rispondano bene a questo metodo, l'importante è però avere costanza non solo nel seguire gli incontri, ma anche nel tenere il diario quotidiano.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami