Home » Salute » Benessere » Visite mediche con il coupon

Visite mediche con il coupon

Da qualche tempo spopolano sui siti di social shopping non solo buoni per cene al ristorante, viaggi low cost e trattamenti estetici, ma anche visite mediche specialistiche e servizi odontoiatrici offerti a prezzi stracciati. Ma ci si può fidare? O sono degli imbrogli?

Visite mediche con il coupon

Visite ginecologiche complete a 39 € anziché a 130 €, trattamenti di pulizia odontoiatrica con controllo dei denti a 29 € anziché a circa 120 €, ma anche trattamenti con botox o filler di acido ialuronico a 99 € anziché 400 €. Anche la medicina è diventata un affare e sui siti come Groupon, Groupalia e Letsbonus, le offerte ormai riguardano anche le visite di ortopedici, ginecologi, dentisti e oculisti. I prezzi possono essere scontati anche del 70-80% e, visto il momento di crisi economica, il successo è stato garantito.

Tuttavia ci sono persone che di fronte a tanto risparmio non si fidano e hanno dei dubbi sulla qualità dei servizi offerti.

Timori e dubbi sulle visite mediche con coupon
I maggiori timori riguardano il dubbio di finire in mani di dilettanti o in strutture inadeguate. Lo stesso Ordine dei Medici è critico con le visite offerte sui siti internet, non tanto per ciò che riguarda la competenza, ma perché non pare corretto che un professionista offra a costi irrisori la prima visita con un paziente per poi tornare ad applicare le altre tariffe. Inoltre si tratta di un sistema poco equo, perché possono accedervi solo le persone abituate a fare acquisti on line.

Credits: Foto di @Elena Borisova | Pixabay

Controlli da parte di chi offre il servizio
Timori a parte, c'è da dire che i siti, prima di proporre le offerte, valutano e controllano ciò che stanno per pubblicare. Questi grandi gruppi hanno un dipartimento qualità che verifica i titoli del professionista, il trattamento stesso, la validità del centro medico e il tariffario su cui si applica la scontistica.

Poche lamentele
L'Associazione in difesa dei consumatori monitora questo fenomeno dei social shopping da parecchio tempo e ha creato un indirizzo e mail apposito per ricevere segnalazioni e reclami (socialshopping@adiconsum.it). Da una statistica appare che le segnalazioni riguardanti prestazioni mediche e paramediche sono poche e le motivazioni addotte riguardano l'overbooking con liste di attesa e rifiuto della prestazione. Non sono state registrate, invece, segnalazioni che riguardano l'incompetenza o l'inadeguatezza delle strutture.

Come funzionano i socialshopping
Approfittare delle offerte è semplice: basta avere un collegamento a internet, entrare nel sito desiderato, iscriversi compilando lo spazio apposito e da quel momento ogni giorno si riceve via mail una lista delle offerte giornaliere. Per approfittarne si clicca su “acquista”, si inseriscono i dati della carta di credito e poi si riceve via mail il coupon da consegnare all'esercente. Per i soggiorni, le cene, le visite mediche, dopo aver ricevuto il coupon si prenota chiamando la struttura desiderata.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami