Home » Salute » Benessere » Terapia sindrome premestruale

Terapia sindrome premestruale

La sindrome premestruale, con le sua alterazioni fisiche e psichiche che si manifestano la settimana precedente al ciclo, può essere trattata con delle terapie più o meno pesanti a secondo della gravità dei sintomi. Molto attuale la cura tramite omeopatia e agopuntura.

Terapia per sindrome premestruale

La sindrome premestruale, soprattutto nei casi più severi, può rappresentare per la paziente un problema notevole per le possibili ripercussioni affettive, lavorative e sociali dei suoi sintomi; da qui l’importanza di intraprendere una strategia terapeutica efficace, duratura e ben tollerata.



Sindrome premestruale lieve
Se la sintomatologia è lieve, senza impatti sulla vita della donna, il primo approccio dovrebbe essere basato su misure atte a modificare lo stile di vita, intervenendo con training psicologico e stimolo dell’attività fisica, oppure con l’utilizzo di terapie sintomatiche.

Terapie sindrome premestruale

Sindrome premestruale di media gravità
Nei casi di media gravità è utile diminuire l’apporto dietetico di sale e caffeina e aumentare l’apporto di magnesio e vitamina B6, con la dieta o con integratori.
Se questi provvedimenti si dimostrassero inefficaci, e se inoltre i sintomi dovessero aggravarsi, sarà opportuno ricorrere alla terapia medica, quindi alla soppressione dell’attività ovarica, che dovrebbe durare almeno un anno per garantire un miglioramento dei sintomi di lunga durata.

La soppressione della funzione ovarica si può ottenere con danazolo, che inibisce l’ovulazione e di conseguenza le fluttuazioni ormonali ad essa connesse ma, presenta numerosi aspetti collaterali, collegati alla sua attività androgena che ne limita fortemente l’uso.
Per ovviare a tali problemi, la soluzione è rappresentata dal contemporaneo uso di una terapia sostitutiva a basse dosi di estrogeni. In materia, un recente studio ha valutato l’efficacia clinica dei contraccettivi orali, estro-progestinici, nelle pazienti con sindrome premestruale. Un miglioramento dei sintomi è stato ottenuto con schemi terapeutici assumendo il contraccettivo orale ormonale per lunghi periodi, dai quattro ai sei mesi, senza intervalli.

Lo stesso studio ha messo in evidenza il raggiungimento di buoni risultati ottenuti col contraccettivo orale contenente drospirenone come progestinico. L’utilizzo di detto progestinico deve essere effettuato per 24 giorni con un intervallo libero da terapia di soli 4 giorni.

Pillola per curare sindrome premestruale

Sindrome premestruale grave
Nei casi più gravi si ricorre addirittura agli antidepressivi, di cui i più diffusi sono la fluoxetina e la paroxetina, che vengono somministrati nei 15 giorni che precedono la fase mestruale. Questo dosaggio è efficace nel controllo dei sintomi sia psicologici che fisici , ed è ben tollerato avendo effetti collaterali ridotti rispetto alla dose standard impiegata nella depressione.

Agopuntura per cura sindrome premestruale

Terapie alternative per la sindrome premestruale
La sindrome premestruale può essere efficacemente trattata anche con le terapie alternative.

  • L’omeopatia: è molto utile e la terapia comprende Folliculinum, un derivato dagli estrogeni, a diverse diluizioni a seconda della gravità dei sintomi, da assumere l’ottavo e il ventesimo giorno del ciclo. Dal diciannovesimo si prende il medicinale “di fondo” più appropriato per la paziente, spesso si tratta di Pulsatilla, oppure Lachesis, Sepia, Natrum Muriaticum, Ignatia, Calcarea Carbonica, Nux Vomica. Oltre al magnesio, sono consigliati la vitamina B6 e l’olio di enotera, da assumere negli ultimi dieci giorni del ciclo. La terapia si segue per tre mesi, dopo di che molto e situazioni si risolvono.
  • Agopuntura: molto utile nella sindrome premestruale. Semplificando, secondo la medicina tradizione Cinese, infatti, la sindrome è legata ad una stasi di energia e l’applicazione di aghi lungo i meridiani interessati ne permette una migliore circolazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami