Home » Salute » Benessere » Suffumigi: un rimedio naturale per i sintomi influenzali

Suffumigi: un rimedio naturale per i sintomi influenzali

Tra i "rimedi della nonna", i suffumigi sono economici e alla portata di tutti. Riescono ad alleviare molti fastidi come la tosse e il raffreddore

Suffumigi: un rimedio naturale per i sintomi influenzali

Conosciuti anche con il nome di fumenti, i suffumigi sono un rimedio "green" che sfrutta il potere benefico del vapore acqueo unito, ad esempio, a oli essenziali o erbe aromatiche.

I benefici dei suffumigi sono molti. Queste inalazioni calde consentono infatti di alleviare i sintomi di raffreddore, mal di gola, tosse e naso chiuso giacché il vapore, unito ad altri ingredienti, "scioglie" il muco e libera le vie respiratorie.

 

Come fare i suffumigi

Tutto ciò di cui avete bisogno è una pentola da cucina e dell'acqua. Mettetela a bollire e, quando raggiunge i 100°C, toglietela dal fuoco. Aggiungete gli ingredienti che avete scelto di utilizzare: possono essere oli essenziali indicati per il vostro specifico problema, oppure fiori di qualche pianta o bicarbonato di sodio.

Come procedere? Semplicissimo! Coprite la testa con l'asciugamano (aiuta a non disperdere i vapori in poco tempo) e posizionatevi ad almeno 10 centimetri di distanza, in modo tale da respirare i vapori sia dal naso sia dalla bocca, per 5 minuti, facendo una pausa di qualche secondo almeno 2 volte, tirando quindi fuori la testa dall'asciugamano.

 

Potete utilizzare questo rimedio naturale anche tre volte al giorno fino a quando non avete ottenuto un sensibile miglioramento. Una volta la mattina, una il pomeriggio verso le 17 e una prima di andare a letto.

 

 

Prodotti da aggiungere 

Vanno scelti con cura e in base allo specifico problema. I suffumigi aiutano a liberare le vie respiratorie e le sostanze balsamiche che si uniscono al vapore inalato, potranno accelerare la guarigione. Sono molti gli oli essenziali contro i mali di stagione che potete utilizzare. Tuttavia dovete sceglierli con cautela, dosarli facendo molta attenzione ed evitarli se soffrite di allergie respiratorie, perché potrebbero provocare un peggioramento dei sintomi.

Alcuni esempi? L'olio essenziale di lavanda è un antinfiammatorio, perfetto se avete il naso chiuso ma senza muco. Quando invece quest'ultimo è presente, l'essenza consigliata è quella di eucalipto. Quando il naso cola è consiglialo l'olio essenziale di rosa. Sempre l'eucalipto può essere utilizzato in caso di mal di gola, unendolo all'olio essenziale di pino. Sono sufficienti 2 gocce di ogni prodotto.

In caso di tosse secca invece, gli esperti consigliano l'olio essenziale di malva, circa 2 gocce. Calma i sintomi. Aggiungendo 2 gocce di eucalipto si ottiene una tosse più fluida, preludio a una pronta guarigione.

 

Consigli utili

Chiaramente trattandosi di rimedi naturali, non potete sostituire i suffumigi alle opportune medicine. Quando i sintomi peggiorano o persistono a lungo è importante consultare il proprio medico. Spesso comunque, i suffumigi si rivelano utili anche durante una terapia, perché aiutano ad alleviare i sintomi. Per sicurezza comunque, chiedete prima al vostro dottore che saprà consigliarvi nel migliore dei modi conoscendo il vostro problema e le medicine che state assumendo.

 

Ricordatevi inoltre che, quando utilizzate i fumenti, non dovete utilizzare più di 3 o 4 gocce di oli essenziali per mezzo litro d'acqua.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami