Home » Salute » Benessere » Il sorriso ed i suoi alleati

Il sorriso ed i suoi alleati

Spazzolino, filo interdentale colluttorio sono piccoli alleati che regalano un sorriso fresco e luminoso, ma siamo realmente tutti consapevoli che basta così poco per essere radiosi?

Il sorriso ed i suoi alleati

Sembrerà banale, ma nell’era della ipertecnologia, della scienza più avanzata e della ricerca della bellezza a tutti i costi ancora c’è qualcuno che da poca importanza all’igiene orale sbagliando perché, secondo alcune ricerche si è scoperto che lo sguardo umano è attratto dai colori chiari, quindi l’avere un sorriso candido sicuramente è una chance in più di essere notati, inoltre una bocca ben curata trasmette al nostro interlocutore un’immagine di noi di persona ordinata, pulita e degna di fiducia.
I passi da seguire in modo corretto per avere un bel sorriso sono fondamentalmente quattro, il primo è l’utilizzo dello spazzolino che preferibilmente andrebbe scelto con setole morbide e arrotondate, optando per un modello piuttosto piccolo così da poter raggiungere facilmente tutte le superfici dei denti anche quelle nella zona dei famosi e tanto odiati denti del giudizio.

Spazzolare i denti per almeno due minuti
, tempo necessario per far si che il fluoro contenuto nel dentifricio si fissi sulla dentatura, si procede dalle gengive verso il dente, all’esterno e all’interno senza dimenticare la lingua, deposito di miliari di batteri, cambiarlo almeno ogni 2 mesi e usare possibilmente un dentifricio fluorato per rendere più resistente lo smalto.
Il secondo passo è rappresentato dal filo interdentale, grande alleato dello spazzolino, consente una corretta pulizia tra dente e dente ed è la soluzione ideale per rimuovere i residui di cibo e di placca che, se depositati sullo smalto, si trasformano in tartaro o peggio ancora in carie.

Il filo interdentale andrebbe usato dopo ogni lavaggio dei denti
ma in modo particolare la sera prima di andare a dormine, è importante passare lentamente tra un dente e l’altro ed evitare di ferire le gengive. In commercio esistono fili interdentali per ogni esigenza, da quelli ultra fini a quelli al mentolo e arricchiti con principi attivi che aiutano la rimineralizzazione lo smalto.

Il colluttorio è il terzo passo
, da utilizzare una o due volte al giorno e sicuramente la sera dopo aver usato spazzolini e filo interdentale, questo prodotto rinfresca la bocca, quindi sconfigge l’alitosi e tiene sotto controllo l’insorgere della placca, non bisogna però eccedere con l’uso in quanto potrebbe alterare l’equilibrio delle mucose e del gusto.

Quarto passo è effettuare almeno una volta all’anno una visita odontoiatrica, se non si hanno problemi particolari, almeno effettuare una pulizia dentaria professionale.
Oltre a tutte queste operazioni di base sarebbe importante eliminare le macchie dai denti con prodotti specifici o rimedi naturali tipo lo strofinarsi i denti con foglie di salvia o polpa di fragole, limitare il consumo di dolci e scegliere cibi ricchi di calcio, evitare bevande troppo fredde per evitare l’ipersensibilità dentaria, evitare il fumo, ma quello anche per la salute fisica non solo per quella dentaria, mangiare mele possibilmente intere e con la buccia così da rendere i denti più brillanti e decongestionare le gengive, infine assumere probiotici che riducono la formazione della placca.

Di Antonella Napoli © Riproduzione Riservata
TAG  denti  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami