Home » Salute » Benessere » Smettere di fumare: i rimedi omeopatici

Smettere di fumare: i rimedi omeopatici

L'omeopatia riesce ad essere di supporto nello smettere di fumare, anche per controllare i disturbi secondari che intervengono.

Smettere di fumare: i rimedi omeopatici

In questi ultimi anni, grazie anche alla consapevolezza dei danni che il fumo crea al nostro organismo, smettere di fumare è diventato sempre più un obiettivo diffuso per chi ama le 'bionde'. Trattandosi di una vera e propria assuefazione a determinate sostanze con cui si viene a contatto mentre si fuma, si deve agire con una vera e propria disintossicazione, anche psicologica.
È tanto difficoltoso il non fumare più, ma anche il controllare ed eliminare tutti gli altri sintomi che vengono a crearsi: l'ansia e lo stress della mancanza di uno 'sfogo' o di una abitudine, le sensazioni fisiche quali nausea, problemi intestinali, insonnia o un malessere generalizzato. Ecco qualche consiglio per usare rimedi omeopatici, dalla Dottoressa Daria Scienza, farmacista e diplomata alla Società Medica Bioterapica italiana.


Credits: Foto di @bru-no | Pixabay
Disturbi intestinali
Molto soggettivi sono i problemi che si possono riscontrare quando si smette di fumare. Da fasi alterne di stitichezza e dissenteria, a una vera difficoltà nel riattivare le normali funzioni intestinali. Per la prima situazione, dove è necessaria un regolarizzazione, è consigliabile assumere Asa Foetida 5CH con posologia di 5 granuli per due volte al giorno, per quattro settimane. Se invece è necessaria una riattivazione della peristalsi dell'intestino, è consigliabile il Vaccinum Vitis Idaea in tintura madre assumendone 30 gocce due volte al giorno per un mese.

Disturbi di stomaco
Se invece a prevalere sono dei crampi allo stomaco, con anche senso di nausea, prendete il Tabacum 9CH 5 granuli quando avete questi sintomi, anche ogni 30 minuti, sino all'attenuarsi del problema. Con questa assunzione eliminerete anche l'eventuale sensazione di vertigine o capogiro spesso legato alle esternazioni precedenti.

Disturbi del sonno
Sono tra i disturbi più diffusi, può succedere di non riposare e dormire male ma anche addirittura di non dormire. Per gli stati di insonnia, quando non si dorme o si dorme poche ore o la sonnolenza prende durante il giorno, è indispensabile ritrovare l'equilibrio. È consigliabile la Nux Vomica 15CH assumendone 5 granuli appena svegli e 5 prima di andare a dormire. Fare un ciclo di due mesi. Se invece si dorme male, è consigliabile il Gelsenium 15CH, 5 granuli al mattino e 5 la sera, per ridare al sonno la giusta tranquillità e garantire un vero riposo

Stati di ansia
Se l'ansia porta tremori e un po' di confusione, è perfetto il Gelsenium 15CH, 5 granuli al mattino e 5 la sera, se è associato anche qualche disturbo del sonno riesce a coprire entrambe le patologie.
Se vi sentite particolarmente ansiosi ed è l'emotività a prendere il sopravvento e questo è comparso con la decisione di smettere di fumare, è consigliabile l'assunzione di 2 pastiglie di Datif PC quando ne sentite la necessità.

Per qualsiasi altro sintomo o per avere ulteriori informazioni, è sempre meglio consultare uno specialista, un medico omeopata che potrà darvi altri consigli. In ogni caso, la volontà è l'ingrediente principale per poter finalmente smettere di fumare.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  fumo  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami