Home » Salute » Benessere » Come smettere di mangiarsi le unghie con metodi naturali

Come smettere di mangiarsi le unghie con metodi naturali

Si parla di onicofagia quando una persona ha l'abitudine, spesso involontaria, di mangiarsi le unghie. È un problema troppo spesso sottovalutato. La forza di volontà gioca un ruolo importante durante questa lotta ma i rimedi naturali possono fornire un valido aiuto

Come smettere di mangiarsi le unghie con metodi naturali

Dietro l'atto del mangiarsi le unghie si nasconde spesso l'incapacità di resistere a un impulso, una tentazione dannosa. Viene considerata in parte una forma di autolesionismo perché chi soffre di onicofagia ammette, nella maggior parte dei casi, di provare dolore alle dita, soprattutto perché tende a mangiarsi anche la pelle e le cuticole che circondano il letto ungueale.

Molte persone si mangiano le unghie, alcune più frequentemente di altre. Sembra però che sono soprattutto i bambini e gli adolescenti a soffrirne: chi inizia tra i 12 e i 18 anni, ha "buone probabilità" di portare avanti questo vizio anche in età adulta, se non interviene in tempo.

Gli onicofagi hanno alle spalle motivazioni che non sempre sono le stesse. Tuttavia all'origine di questo gesto autolesionistico, si nasconde una causa psicologica. Sembra comparire infatti, soprattutto nei periodi meno tranquilli della vita, le principali cause sono da rintracciare nello stress, nell'ansia, nei momenti di aggressività o di noia (e la relativa incapacità a gestirle).

Altra possibile causa, a detta degli esperti, è il desiderio di imitare qualcun'altro tipico dell'età infantile e di protrarre l'abitudine anche nell'età adulta.

 



Credits: Foto di @kerdkanno | Pixabay
4 rimedi naturali per smettere di mangiarsi le unghie
La cosa più importante è diventare consapevoli del gesto in modo tale da interromperlo subito non appena ci si rende conto di avere le dita in bocca. Chiaramente si può sempre chiedere aiuto, ricordando a chi ci sta intorno di farci notare la cosa non appena si ripete. La forza di volontà è sicuramente l'arma più potente a disposizione, basta solo utilizzarla al momento giusto! Anche la natura però, viene in nostro soccorso. Vediamo alcuni rimedi per dire basta all'onicofagia!

1. Olio d'oliva e succo di cipolla
Prendiamo l'olio d'oliva e aggiungiamoci dentro qualche goccia di succo di cipolla o un altro ingrediente sgradevole per noi. Immergiamo le dita due volte al giorno, per 20 minuti. L'olio rende le cuticole belle idratate e morbide, cosa che rende meno forte la tentazione di mangiarle. Il sapore invece, ci fa subito allontanare le dita dalla bocca, rendendoci più consapevoli!

2. Olio di Tea Tree
Il suo sapore estremamente sgradevole, lo rende perfetto per questo scopo. Tuttavia, non può essere ingerito! Quindi, prima di tutto l'olio di tea tree va diluito in un olio vegetale, poi deve essere applicato solo occasionalmente e infine, utilizzare questo rimedio solo dopo aver chiesto al medico o all'erborista.

3. Pepe di Cayenna
Il pepe di Cayenna, se strofinato sulle unghie, è di aiuto per tutti coloro che non apprezzano i sapori piccanti. Va bene anche il peperoncino in polvere o quello fresco. Fate attenzione però a non toccarvi gli occhi...

4. Il succo di limone
O qualsiasi altra cosa risulti sgradita. Può trattarsi di aglio, cipolla, limone, pompelmo... la cosa importante è che sortisca l'effetto immediato di allontanare le mani dalla bocca non appena si sente il sapore!

Di Claudia Lemmi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami