Home » Salute » Benessere » Sì e no di una corretta igiene intima

Sì e no di una corretta igiene intima

Magari anche involontariamente abbiamo alcuni comportamenti che compromettono la salute di una delle zone più delicate del nostro corpo... verificate!

Sì e no di una corretta igiene intima

L'igiene intima è fondamentale per la salute del proprio corpo. Succede spesso che ci dimentichiamo di alcune piccole regole o seguiamo alcuni comportamenti che poco aiutano la cura di una delle parti più delicate del nostro corpo.

Siete sicure di avere una corretta igiene intima?

Anche solo per un ripasso, vediamo quali sono i comportamenti da seguire e quelli da evitare. Oggettivamente è il mondo femminile ad avere più difficoltà, ma anche i maschietti possono prendere spunto per verificare come si comportano.

No alla saponetta classica
Vero che anni fa si usava solo il sapone, ma la saponetta è assolutamente da evitare per l'igiene intima perché si contamina facilmente, ovvero, a meno che non la riponiate in una scatola o in un contenitore adatto, rimane a contatto con l'aria, esposta alla polvere ed anche a contatti involontari. Meglio quindi un prodotto liquido che rimane chiuso nella sua confezione, unica attenzione che sia neutro e senza profumo aggiunto, perché sono spesso cause  di irritazioni.

Credits: Foto di @ritual | Pixabay
Sì biancheria di cotone
La scelta della biancheria giusta è fondamentale per la salute delle parti intime. L'ideale è indossare slip in cotone o che almeno siano di questo materiale nella zona a contatto con le parti più delicate. Se siete soggette a problematiche di infiammazione intima, lo slip deve essere in fibra naturale, non deve contenere materiale sintetico perché renderebbe difficile la traspirazione e favorirebbe il proliferare di eventuali batteri. Questi ultimi sono la causa di infiammazioni con pruriti e bruciori fastidiosi, anticamera di problematiche più patologiche.

No all'assenza di biancheria intima
Non esagerate con le microdimensioni dell'abbigliamento intimo perché la zona della vagina andrebbe a contatto con gli abiti e questo può generare contaminazione con batteri vari. Anche l'abitudine di non indossare le mutande non è una buona cosa perché la zona intima non sarebbe opportunamente protetta durante tutta la giornata.


Credits: Foto di @192635 | Pixabay
Sì alle mani pulite
Cosa c'entrano le mani con le zone intime? Durante il ciclo mestruale, se utilizzate i tamponi interni o anche solo gli assorbenti classici, le mani vanno sempre deterse in modo impeccabile. Mai toccarsi per il cambio di assorbente e soprattutto tampone interno se non si hanno le mani pulite. Con le mani tocchiamo di tutto e si possono depositare  agenti irritanti o batteri vari. Quindi pensateci bene: se non siete nelle condizioni di non potervi lavare le mani normalmente, usate salviettine disinfettanti  o detergenti senz'acqua neutri e poi potete fare il cambio.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami