Home » Salute » Benessere » Salute allo specchio

Salute allo specchio

Basta guardarci meglio allo specchio e il nostro corpo ci dice molto della nostra salute

Salute allo specchio

Il nostro corpo ci parla.

Spesso ci fa capire come stiamo: occhiaie, secchezza cutanea, dita gonfie, unghie scolorite e altre piccole manifestazioni corporee possono essere la spia di un disturbo su cui vale la pena fare qualche approfondimento.

Non si tratta di una guida all'autodiagnosi ma un aiuto per conoscersi e prendersi cura i sé, ed eventualmente rivolgersi ad uno specialista.

Le dita
I polpastrelli bluastri (a meno che non dipendano dall'esposizione prolungata a temperature oggettivamente molto basse) potrebbero indicare la malattia di Raynaud, un disturbo da ipersensibilità al freddo che crea un'iperreazione da parte dei piccoli vasi circolatori. Colpisce soprattutto le donne tra i 16 e i 40 anni, ma può comparire anche più avanti.
Anche il gonfiore delle dita è un segno da tenere presente. Può essere legato a fattori come il caldo, la sindrome premestrule o ad una alimentazione eccessivamente ricca di sale.
Se oltre ad avere le dita gonfie si sperimentano anche stanchezza mattutina, sonnolenza, apatia, gonfiore degli occhi al risveglio, è il caso di farsi controllare da un endocrinologo perché potrebbe essere ipotiroidismo.
Per quanto riguarda le unghie, se il colorito è sbiadito e c'è un color bluastro sul letto ungueale, potrebbero esserci problemi di diabete. In generale, può esservi utile consultare questo articolo: Leggere le unghie.

Credits: Foto di @Claudio_Scott | Pixabay
La bocca

La secchezza della labbra può indicare diverse cose: scarsa idratazione, eccessiva esposizione al sole, squilibri ormonali sono tra le possibili ragioni. Ma potrebbe anche dipendere da un eccessivo apporto di vitamina A, favorito da un abuso di integratori o da un'alimentazione troppo ricca di carotenoidi. La vitamina A in giuste dosi aiuta il turn over cellulare, ma in eccesso può causare disidratazione o addirittura, in caso di gravidanza, essere nociva per il bambino.


Gli occhi

a presenza costante di occhiaie, una volta escluse le ragioni più ovvie (stanchezza, uso degli occhiali, uso del computer), potrebbe anche indicare un'allergia ambientale ai pollini e alle polveri sottili. Questo perché un allergene può infiammare i seni nasali e comprimere i vasi sanguigni in prossimità, causando così un ristagno sotto gli occhi.
Ma le occhiaie possono dipendere anche da squilibri ormonali e, in associazione a cute secca e pressione bassa, potrebbero indicare una carenza di aldosterone, ormone che aiuta a regolarizzare i livelli di sodio e potassio nel sangue.

La peluria
Anche la peluria sul corpo è un segnale importante, soprattutto dello stato ormonale: se aumenta, cresce più rapidamente e compare anche sul viso o intorno ai capezzoli, si potrebbe essere in presenza di policistosi ovarica, un disturbo alle ovaie che comprende spesso anche un eccesso di ormoni maschili a cui può collegarsi la crescita pilifera.
Viceversa un corpo completamente glabro può segnalare una scarsa presenza di ormoni maschili.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  salute  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami