Home » Salute » Benessere » Il ritmo circadiano: cos'è e come influisce sul nostro benessere

Il ritmo circadiano: cos'è e come influisce sul nostro benessere

Sapevate che all'interno del nostro corpo ci sono delle cellule che regolano, proprio come un orologio, alcune attività fondamentali per il nostro benessere? Cosa succede quando non lavorano nel modo giusto?

Il ritmo circadiano: cos'è e come influisce sul nostro benessere

Il ritmo circadiano è quella sorta di orologio biologico all'interno del nostro corpo caratterizzato da un periodo di tempo di circa 24 ore; il nome, infatti, deriva dal latino circa diem che significa “intorno al giorno”.
Questo ritmo oltre ad essere scandito da processi endogeni all'organismo è influenzato anche dalla luce solare, dalla temperatura esterna e da situazioni sociali.
I fenomeni che vengono regolati dall'orologio interno sono le fasi di sonno-veglia, il ritmo cardiaco, la secrezione di ormoni, la pressione del sangue e la risposta immunitaria.
Come funziona esattamente il ritmo circadiano? Che tipo di influenza ha sulla salute?
Ritmi e benessere
Più seguiamo un ordine ciclico più staremo bene, in forza e in salute; al contrario se c'è un cattivo funzionamento del bioritmo è più facile incorrere in malattie come allergie, disturbi intestinali, asma, insonnia e variazioni dell'umore.
Conoscere come funziona il nostro ritmo circadiano significa sapere l'ora migliore per fare determinate cose in modo da non far sprecare troppe energie al nostro corpo.
Di mattina si è più vitali e in forza, la temperatura corporea interna aumenta mentre si abbassa quella delle estremità; la sera invece si è più stanchi e si abbassano le temperature interne.
Il nostro orologio regola la secrezione di ormoni quali cortisolo, testosterone e Tsh che regola le funzioni della tiroide e scandisce il ritmo dell'attività minima e massima degli organi del corpo.

Disturbi del ritmo circadiano
Il sonno è una delle attività principali regolate dall'orologio interno: insonnia, narcolessia, difficoltà di addormentamento sono tutti disturbi causati dallo sfasamento del ritmo circadiano. Stessa cosa per il jet- lag e la sindrome dei turnisti dove in questo caso situazioni esterne possono sballare il ciclo sonno-veglia.
Tra le terapie più efficaci per ristabilire i processi circadiani vi sono la fototerapia e la cronoterapia; la prima consiste nell'esporre la persona alla luce durante orari considerati strategici così da modificare le abitudini sbagliate.
La cronoterapia, invece, valuta il tempo totale di sonno spontaneo e prescrive al paziente di ritardare o anticipare ogni giorno l'ora per andare a dormire fino ad arrivare al momento in cui riesce ad addormentarsi nelle ore in cui lo desidera.
In molti casi poi vengono prescritti farmaci come la melatonina, da assumere al tramonto o all'alba, che è in grado di ristabilire i ritmi circadiani del ciclo sonno-veglia.
L'importanza di un buon sonno
Dormire bene è fondamentale non solo per sentirsi riposati ma perché grazie al sonno si tengono maggiormente sotto controllo diverse patologie.
Si è riscontrato che le persone con un ritmo circadiano sballato sono maggiormente soggette a disturbi depressivi, malattie ormonali, infertilità e obesità.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami