Home » Salute » Benessere » Rimedi verdi contro cistite e candida

Rimedi verdi contro cistite e candida

I disturbi intimi possono essere davvero fastidiosi e a volte difficili da curare, ma le erbe e gli oli essenziali possono dare un ottimo aiuto.

Rimedi verdi contro cistite e candida

Chi soffre di candida e cistite sa bene quanto possono essere fastidiose e dolorose e soprattutto quanto queste due patologie possono influire negativamente anche sulla sessualità.

Dei disturbi e delle cause ne abbiamo già parlato in precedenti articoli, ma qui vorremmo darvi alcuni consigli sui rimedi naturali che possono aiutare a combattere questi disturbi.


Rimedi dolci contro la cistite
Premetto che tutte le cure, naturali o farmacologiche che siano, prima di assumerle è sempre bene interpellare il proprio medico o farmacista. Detto ciò, sono molte le piante che possono alleviare i sintomi della cistite o che si possono anche associare alla terapia antibiotica necessaria in caso di cistite acuta.
Il rimedio più usato è l'uva ursina, un potente antibatterico, da assumere sia in capsule che in gocce. Chi soffre di cistite ricorrenti, dovrebbe avere l'abitudine di assumere sempre questa pianta, anche quando non si ha l'episodio acuto, ma semplicemente come profilassi. Per avere un effetto ancora più potente si consiglia di aggiungere all'uva ursina, nell'acqua, un cucchiaino di bicarbonato di sodio.
Un'altra pianta con proprietà calmanti, antisettiche e diuretiche è la gramigna.
Per chi invece ha cistiti ricorrenti si consiglia l'equiseto, con proprietà antisettiche, antibatteriche e riminalizzanti.
Dall'aromaterapia, invece vengono in aiuto l'olio essenziale di sandalo, l'olio essenziale di lavanda e l'olio essenziale di bacche di ginepro, da aggiungere all'acqua del bagno o per fare dei lavaggi locali: aiuta ad alleviare il bruciore e il dolore al momento della minzione.
Secondo la psicosomatica, la cistite si scatena quando si reprime la rabbia: quindi impariamo a liberare le nostre sensazioni e ad elaborarle.


Rimedi dolci per la candida
La prima cosa da fare quando si soffre di candida è assumere quotidianamente i fermenti lattici probiotici che ripristinano l'equilibrio della flora batterica e mantengono il ph acido.
Oltre a questi, un buon rimedio è rappresentato dal succo di aloe, che aumenta le difese immunitarie e favorisce un normale funzionamento delle mucose intestinali. L'ideale sarebbe prenderne un cucchiaio tre volte al giorno prima dei pasti per un mese.
Invece le tinture madri di solidago, virga aurea e juglas regia sono ottimi antimicotici e antibatterici se vengono diluiti in acqua (30 gocce) ed assunti lontano dai pasti, tre volte al dì.
Un'erba efficace nella cura della candida è la Pau d'arco, da usare come infuso o per fare sciacqui o lavande vaginali.
Per la candida sono infatti consigliate anche le lavande vaginali; quelle più efficaci sono a base di olio essenziale di lavanda e tea tree da diluire in 0,5 litri di acqua di rose. Si tratta di rimedi utili contro le micosi e i batteri.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  cistite  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da atropina
     

    Mi permetto di raccontare la mia esperienza. Ho sofferto di cistite recidivante per 4 anni di fila. Ho preso mirtilli ed antibiotici sempre mirati in base all'antibiogramma anche come profilassi per 6 mesi tutti i giorni. Purtroppo non ho mai risolto nulla. Anzi, peggioravo di anno in anno non solo a livello vescicale, ma anche intestinale e vaginale instaurando un potente circolo vizioso che sono riuscita a spezzare solo quando paradossalmente ho smesso di assumere antibiotici. I mirtilli, la vitamina c e tutti i prodotti acidificanti han fatto sì che il quadro peggiorasse sempre di più (era come mettere del succo di limone su una ferita aperta: l'infiammazione aumentava ulteriormente anche se non avevo più batteri). Contemporaneamente ho cominciato ad assumere d-mannosio (uno zucchero naturale che si attacca ai batteri impedendogli di attaccarsi alla vescica), fermenti lattici vaginali (per ripristinare la flora batterica locale, prima difesa che una donna ha contro il passaggio dei batteri dall'ano all'uretra) ed orali (per ripristinare la flora intestinale rovinata anch'essa dalle terapie antibiotiche), ho eliminato ogni detergente intimo (che alterava il ph vaginale e non faceva altro che asportare le secrezioni vaginali contenenti la poca flora batterica residua ed importanti sostanze difensive) e ho buttato sia i salvaslip che gli assorbenti sintetici che non permettevano alla pelle di traspirare creando l'umidità ideale per la proliferazione batterica e micotica (quindi peggiorando le perdite per le quali mettevo il salvaslip!). Da allora (6 anni) non ho avuto più nulla!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami