Home » Salute » Benessere » Psicologia contro il dolore

Psicologia contro il dolore

E' possibile e molto utile esercitarsi per combattere il dolore con la mente, attraverso metodi naturali.

Psicologia contro il dolore

La nostra mente, in condizione di rilassamento e benessere, è in grado di stimolare una serie di sostanze capaci di ridurre il dolore al pari di un analgesico.
E la medicina del futuro vuole proprio lanciare una sfida per individuare e incentivare sempre più tutte quelle attività e situazioni che favoriscono l’attivazione di antidolorifici naturali.
È confermato che alcune tecniche quali la ginnastica dolce, la meditazione e la psicosonia, hanno come effetti diretti quelli di ridurre i dolori acuti.

Credits: Foto di @feelgoodjunkie | PixabaySpiegazioni biochimiche
Alcune attività come la meditazione, il canto, e lo yoga favoriscono la produzione di endorfine che agiscono come analgesici naturali. Il perché ha basi biochimiche: si tratta di situazioni che riducono i livelli di sostanze infiammatorie come cortisolo o glucidi, stimolando invece la produzione di endorfine e glucosamina, veri e propri analgesici naturali. In questo modo diminuisce l’ormone dello stress e aumenta la dopamina, neurotrasmettitore del piacere.

 

Tecniche per avere sollievo
Di seguito elencheremo le principali tecniche usate per alleviare il dolore, sia più acuto che cronico, soprattutto se vengono svolte con continuità, favorendo la costante produzione di endorfine. Basterebbe trovare 30 minuti al giorno per eseguire una seduta di meditazione per riuscire a sopportare molto meglio il dolore.

  • La meditazione concreta si focalizza sulle parti del corpo che fanno male, ed è riconosciuto anche il suo potere nell’aumento delle difese immunitarie. È una tecnica mentale simile al training autogeno. Basta sedersi su una poltrona comoda, tenendo le spalle dritte e i piedi uniti, le mani appoggiate sulle cosce e gli occhi chiusi. In questo modo si raggiunge una posizione di rilassamento; da qui bisogna visualizzare l’area in sofferenza ed immaginare che sia inserita in un cerchio bianco, e provare a pensare di trasferire luce, calore ed energia sulla parte dolorante. A questo punto si raggiunge un rilassamento fisico e mentale e la percezione del dolore diminuisce. La meditazione concreta è molto utile in casi di cefalea, dolori mestruali e fitte all’addome.
  • La ginnastica dolce, comprende yoga, stretching e le varie attività che richiedono l’esecuzione dei movimenti senza sforzi eccessivi. Tra gli esercizi da fare ce n’è uno molto rilassante da ripeter più volte: distendersi supini con le gambe piegate, le ginocchia a terra e le piante dei piedi unite; senza sollevare i piedi da terra avvicinare le gambe fino a far toccare le ginocchia e poi tornare alla posizione di partenza. I movimenti dolci di queste attività favoriscono il riequilibrio del sistema nervoso parasimpatico, deputato a regolare la temperatura del corpo, il livello degli zuccheri, il battito cardiaco e il ritmo del respiro. È utile per tutti i dolori articolari e muscolari e mal di testa muscolo tensivo.
  • La psicosonia è una forma di canto emozionale che consiste nell’esecuzione spontanea delle canzoni che piacciono di più, interpretate con toni più drammatici, allegri, recitati a seconda dell’umore. Non è importante essere intonati, ma porre solo l’accento sulle vocali delle parole, perché pronunciare con voce piena “a-e-i-o-u” fa vibrare i centri di energia del corpo. Questi esercizi oltre a stimolare i neuroni a lavorare maggiormente, contribuisce ad abbassare il livello di noradrenalina e cortisolo, ormoni dello stress. In più quando si canta i polmoni si comportano come un mantice, cioè si riempiono e svuotano di aria e in questo modo placano la stanchezza, favorendo l’attenuazione del dolore. È una forma utile per tutte le forme dolorose da stress, soprattutto cefalee e colon irritabile.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  mente  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami