Home » Salute » Benessere » Nadi shodhana, la respirazione a narici alternate contro ansia e stress

Nadi shodhana, la respirazione a narici alternate contro ansia e stress

La respirazione riveste un ruolo fondamentale nella vita e non solo perché è il mezzo che ci permette di portar ossigeno ai polmoni e vivere. Essa è anche una pratica utile per rilassarsi, mantenere il contatto con il qui e ora, fare il pieno di energia

Nadi shodhana, la respirazione a narici alternate contro ansia e stress

Respirare è un atto involontario del corpo ma, quando pratichiamo gli esercizi come il Nadi Shodhana, cioè la respirazione a narici alterne, si possono ottenere grandi benefici. Questa tecnica Pranayama calma la mente e aiuta ad allontanare lo stress. A livello energetico, secondo i maestri di yoga, permette di portare equilibrio anche tra i canali energetici del corpo, in particolar modo Ida, Pingala e Sumshumna, i tre nadi principali.

 

Nadi Shodhana, alimenta e stimola in modo alterno entrambi gli emisferi del cervello, quello destro e quello sinistro. Una cosa che molte persone non sanno è che di base respiriamo già in questo modo, è la nostra respirazione normale. Il corpo ogni due ore circa inverte il meccanismo. Sono brevi i periodi in cui respiriamo con entrambe in contemporanea.

 

Addirittura è stato dimostrato che, alcuni disturbi cronici come la stitichezza, l'ulcera gastrica e l'asma, sono in qualche modo legati alla respirazione semi-permanente da una narice sola.

Quali sono i benefici della Nadi Shodhana?

  • Permette di fornire di energia i Nadi del nostro sistema energetico

  • Elimina i ristagni di energia ed equilibria Ida e Pingala

  • Aiuta a entrare in uno stato meditativo molto profondo e per questo è spesso collegato ad alcune tecniche meditative

  • Il corpo riceve dosi extra di ossigeno e l'anidride carbonica viene espulsa meglio, ottenendo così l'eliminazione delle tossine dal sangue

  • A livello mentale dona equilibrio, calma i nervi ed elimina ansia e stress

  • Il sistema nervoso è più vitale, ma soprattutto praticando costantemente nadi shodhana, il ragionamento è più chiaro ed è più facile vivere nel qui e ora proiettandosi meno nel futuro

  • Riesce ad allontanare vari disurbi del sonno, soprattutto l'insonnia

 

Respirazione a narici alterne, il collegamento con i due emisferi

L'emisfero destro è collegato alla narice sinistra, e viene alimentato dal canale energetico Ida, è l'emisfero delle attività creative, della percezione visiva, favorisce il pensiero e l'introversione. L'emisfero sinistro è invece collegato a Pingala e la narice destra, la sua funzione è molto più analitica e tende a controllare. Se quello destro tende a conservare energia, l'emisfero sinistro è quello che la consuma. Esso consente di svolgere soprattutto lavori dove è richiesta energia fisica.

 

Come praticare nadi shodhana

Diamo per scontato che conoscete già le principali tecniche di respirazione yogica. Bene, allora potete scoprire anche la respirazione a narici alterne!

 

Dovete sedervi, con la schiena ben dritta. Se preferite, accomodatevi su una sedia. Rilassatevi per qualche secondo concentrandovi sul respiro. Dovete piegare il dito indice e il medio sul palmo della stessa mano, mentre anulare e mignolo restano distesi. Usa il pollice per tappare la narice destra, l'anulare quella sinistra. Il gomito deve restare verso il basso, evitando appoggiarlo.

Respirare dalla narice libera, la prima è la sinistra senza forzare il respiro. Dopo, tappate la narice sinistra e lasciate libera la destra. Questa ciclicità è fondamentale e, secondo la tradizione, è importante terminare con la respirazione dalla narice sinistra.

Cercate di darvi un appuntamento fisso, una volta al giorno preferibilmente la mattina. All'inizio bastano anche due minuti di pratica, con l'avanzare dell'esperienza, potete arrivare anche a 10-15 minuti!

Di seguito un video esplicativo:

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
TAG  yoga   ansia   stress  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami