Home » Salute » Benessere » Ingredienti nei cosmetici e nei saponi

Ingredienti nei cosmetici e nei saponi

Cosa contengono i prodotti che abitualmente compriamo ed utilizziamo per la pulizia personale e della casa. Spesso purtroppo cosa non sane.

Ingredienti nei cosmetici e nei saponi

I saponi, gli shampoo, ma anche i detersivi che usiamo per lavare i panni e la biancheria personale contengono tanti ingredienti che in qualche modo entrano in contatto con la nostra pelle. Sono prodotti oltretutto che usiamo non una volta ogni tanto, ma spesso tutti i giorni, basti pensare al sapone per le mani, al deodorante, al detersivo per i piatti o per la lavatrice. Vale la pena chiedersi cosa c’è dentro.
Unipro, l'Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche, qualche tempo fa ha smentito una ricerca secondo la quale ogni giorno noi donne verremmo a stretto contatto con quasi 500 tipi diversi di additivi, a seguito dell’uso di svariate sostanze detergenti e di prodotti per la pulizia dell’ambiente.

Prendete allora un qualsiasi cosmetico e provate a leggere attentamente l’etichetta: conservanti, additivi, emulsionanti ecc.


Spieghiamo ora alcuni componenti tra i più presenti nei prodotti che abitualmente utilizziamo.

 

Conservanti: sostanze che, come dice e anticipa la parola stessa, sono state aggiunte ai cosmetici per far sì che il prodotto in questione duri il più a lungo possibile, evitando in questo modo che vengano a formarsi muffe o batteri.
 

Parabeni: si tratta di conservanti (tra i più usati ci sono: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben e benzylparaben) inseriti nelle creme solari, nello shampoo, nel dentifricio, nel gel per fare la barba, nei detergenti intimi, all’interno dei deodoranti e così via. Si tratta di sostanze presenti anche in molti prodotti naturali, la loro peculiarità è quella di entrare nei nostri tessuti e di restarevi, accumulandosi nel tempo, si sospetta però che siano cancerogeni. L’unione Europea per ora ne legalizza e ne permette il normale uso.

Ingredienti cosmetici e saponi

Formaldeide: si torva commercialmente più di quanto si possa immaginare, poiché la sua applicazione all’interno dei prodotti di uso comune, sia per l’igiene personale sia per l’igiene della casa, è estesissima. Ad esempio all’interno dei fondotinta, di molti cosmetici, negli smalti, negli shampoo, poiché la sua azione è anche battericida oltre che conservante. È cancerogena, ma a quanto pare all’industria ciò poco interessa.

Idrochinone: è un fenolo, usato in tutti quei prodotti che hanno il fine di schiarire la pelle, è nocivo per la salute oltre che per l’ambiente, si usa molto nelle tinture per i capelli, anche in quelle cosiddette naturali, anche se spesso si trova in limitate concentrazioni.

Ftalati: si tratta di sostanze molto pericolose impiegate nell’industria profumiera.

Tensioattivi: svolgono azione schiumogena, detergente e solubilizzante, si trovano in tutti quei prodotti che devono pulire la cute, sia essa il cuoio capelluto o la pelle in generale. Tra i nomi più noti e facili da trovare subito in etichetta: sodium laureth sulfate (SLES) e il sodium lauryl sulfate (SLS). Non si tratta, come per altre sostanze, di essere pericolose per la salute, poiché non sarebbero a quanto pare cancerogene, ma il loro abuso sicuramente bene non può fare.

Ingredienti cosmetici e saponiAlluminium: soprattutto presente in deodoranti e cosmetici, e in quei prodotti simil deodoranti antitraspiranti, i quali riescono a raggiungere un 20% circa di sali di alluminio, che si presenta come cloridrato di alluminio. L’uso prolungato è imputato di favorire l’insorgenza di cancro al seno, poiché questi sali stimolerebbero eccessivamente la degenerazione delle cellule normali in cellule cancerogene.

Profumo: i nostri profumi, deodoranti o shampoo hanno tutti ovviamente un buon profumo, diversamente forse non riscuoterebbero lo stesso successo commerciale. Bisogna sapere però che il profumo usato in questi prodotti si ricava dal petrolio, quindi è chimico; il suo basso peso molecolare permette di entrare velocemente e bene all’interno della cute, ma ciò in alcune persone può far scatenare anche reazioni allergiche.

A questo punto verrebbe da pensare allora cosa è possibile usare, dato che abiamo visto che praticamente tutto ciò che utilizziamo è in qualche mdo o tossico o potenzialmente pericoloso. In realtà è bene usare un piccolo e semplice accorgimento, che è quello di variare il più spesso possibile i prodotti, diciamo non affezionarsi solo ad una marca. In secondo luogo è anche una buona cosa crearsi i cosmetici o i detersivi da soli, in modo da utilizzare ingredienti noti e sani e si risparmia anche. Ecco qualche suggerimento: Cosmetici fai da te, Pulizie verdi.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  cosmetici   sapone  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami