Home » Salute » Benessere » Fiori italiani

Fiori italiani

Dalla nostra terra i rimedi naturali dolci che ci garantiscono benessere e un miglioramento fisico e psichico.

Fiori italiani

Il linguaggio dei fiori
Il linguaggio dei fiori è il titolo del testo scritto da Giovanna Tolio, naturopata e ricercatrice spirituale, a cui va il merito di aver scoperto i rimedi floreali italiani.
Dall’inizio degli anni ’90, infatti, Giovanna Tolio si è dedicata all’individuazione dei fiori che, presenti sul nostro territorio, potessero essere trasformati in rimedi benefici alla salute fisica, mentale, emozionale e spirituale dell’essere umano e non solo. Come la scopritrice stessa spiega nel suo libro, trovare i fiori giusti, non dipende tanto da un’approfondita conoscenza botanica, ma quanto dal lasciar libero sfogo alla capacità intuitiva insita nell’essere umano, al fine di “poter sentire, fra le migliaia di esemplari, quelli adatti a svolgere un determinato compito.”
Questi rimedi ci permettono di entrare in profonda comunione con le parti di noi stessi che, assorbiti e travolti dalle incombenze quotidiane, ci ritroviamo a nascondere talmente bene da convincerci di non possedere le magnifiche qualità che ciascuno di noi possiede.
Come per la floriterapia di Bach, da cui anche la Tolio prende spunto, si parte da presupposto che l’uomo sia composto da un’insieme inscindibile di aspetti; in modo olistico non si può considerare l’uomo semplicemente come un corpo fisico, ma lo si deve sempre osservare come la risultante di un’interazione tra il fisico, il mentale, l’emozionale e l’energetico-spirituale. Una valutazione differente porterebbe ad errori controproducenti per il raggiungimento di un livello di armonia e salute ottimale.
Inoltre, in linea con i principi della risonanza, i rimedi floreali italiani, proprio perchè estratti da fiori nati su suolo italiano, hanno il vantaggio di essere ancor più in linea con il nostro tipo di vibrazione in quanto abitanti di questo paese.

Credits: Foto di @Gabriele M. Reinhardt | Pixabay
I rimedi floreali italiani e le loro proprietà
I rimedi floreali italiani che tutt’ora si trovano in commercio sono 18, a cui si aggiungono la Crema ed il Rimedio Floreo, contenenti 5 dei fiori singoli (Alloro, Limone, Mandorlo, Pioppo Nero e Rosmarino) e l’Olio Vitae contenente Betulla, Cappero, Gelsomino, Rododendro e Sambuco.
Rifacendomi alle sintesi che Giovanna Tolio stessa ha riportato nel suo testo, indicherò di seguito i singoli rimedi con i loro relativi significati ed indicazioni.

Alloro
: aiuta la persona a mantenere e ripristinare un buon livello energetico, creando un nucleo protettivo; utile quando si è particolarmente stanchi o si frequentano luoghi e persone energeticamente negative.
Aquilegia: utile a chi necessita di imparare la lezione dell’umiltà, imparando ad apprezzare gli altri e riconoscere i propri limiti, superando orgoglio e presunzione.
Betulla: sostiene chi ha bisogno di sostegno per compiere il passo verso il cambiamento e superare situazioni di vita particolari, utilizzando creatività e originalità.
Biancospino: per coloro che si lasciano facilmente influenzare e non riescono ad individuare i propri obiettivi, manifestando di conseguenza notevoli difficoltà nel manifestare se stessi.
Cappero: per le persone che a causa della loro eccessiva rigidità interiore manifestano incertezza ed indecisione di fronte alle scelte.
Ciliegio: per le persone sempre alla ricerca di qualcosa in grado di soddisfarli e che hanno bisogno di comprendere che la loro insofferenza ed inquietudine potrà placarsi solo in seguito al ritrovamento di se stessi, e non grazie a qualcosa di esterno a loro.
Gelsomino: utile per le persone molto critiche, gelose, invidiose e che tendono a trattenere rancori e risentimenti, affinché imparino a manifestare generosità, altruismo, nonché acquisiscano la capacità di assumersi le responsabilità delle proprie azioni.
Limone: aiuta a vivere nel presente, abbandonando sia i dolori del passato che le ansie per il futuro.
Mandorlo: indicato a chi ha bisogno di avere più determinazione e forza di volontà per raggiungere i propri scopi, mantenendone saldo l’intento d’azione.
Pesco: per le persone che vivono la vita in maniera pesante, facendosi sempre carico di mille impegni e obblighi a causa di un eccessivo senso del dovere, affinchè possano vivere una vita più serena e spensierata.
Pinguicola: per coloro che si sentono bloccati da ostacoli spesso non ben definiti e si sentono stretti all’angolo senza una via d’uscita, affinchè possano nuovamente percepire il senso di possibilità che invece è sempre presente nella vita di ciascuno.
Pioppo nero: per chi soffre di paure, ossessioni, fobie sia reali che immaginarie, ma che in entrambi i casi vengono percepite come dannose per se stessi.
Potentilla: questo rimedio aiuta a far riacquistare fiducia in se stessi a coloro che hanno perso la fede in se stessi e non pensano di valere abbastanza.
Primula: per tutti gli inizi e tutte le persone che si ritrovano ad essere pioniere nelle esperienze della vita, al fine di avere la forza e l’energia per tradurre il sogno in realtà.
Rododendro: dona calma e serenità mentale a chi è tormentato da un’attività mentale logorante e che gli crea una realtà falsa o comunque distorta.
Rosmarino: ridona energia e vitalità a chi a causa di eventi particolarmente pesanti o lunghe malattie, si sente debilitano e senza forza.
Sambuco: indicato per le persone molto introverse che tendono ad avere difficoltà nella comunicazione, ad essere troppo seri e a vivere in solitudine, affinché possano riscoprire la gioia di una profonda comunicazione con gli altri.
Veronica: aiuta a far recuperare buon equilibrio e stabilità dell’umore di coloro che tendono a risentirsi per ogni cosa gli venda detta, vivendola come una critica e una minaccia diretta alla propria individualità, tutto ciò poiché travisano o fraintendono ciò che viene loro detto.

Credits: Foto di @HeungSoon | Pixabay

 

Rimedio floreo: è da utilizzarsi in tutte le situazioni di emergenza o per sostenere momenti particolarmente difficili e traumatici, sia a livello fisico che psicologico-emozionale; ridona forza e vitalità per superare il momento e andare avanti.
Crema floreo: da utilizzarsi nelle zone cutanee in cui sia intervenuto un trauma, vi sia un ematoma, una lesione o altre manifestazioni non fisiologiche, affinchè si possa velocizzarne notevolmente il processo di guarigione.
Olio vitae: è un olio che permette al corpo di introdurre in sé tutte le energie esterne che favoriscono l’apertura al mondo e agli altri; è indicato pertanto per le persone molto chiuse, introverse e rigide.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami