Home » Salute » Benessere » Epatite B

Epatite B

L’epatite B è una malattia seria, spesso nascosta, ma ancora molto diffusa nonostante il vaccino.

Epatite B

Ad oggi si stimano circa 500-600mila portatori di virus di epatite B, malati e non, molti dei quali inconsapevoli, e tra questi solo 20mila sono in cura. Purtroppo gni anno continuano a morire persone per complicanze da questo tipo di epatite.

Infezione virale
L’epatite B è un’infezione del fegato causata dal virus Hbv, che si trasmette essenzialmente attraverso il sangue e i liquidi biologici. Se viene contratta alla nascita o nell’infanzia diventa cronica quasi nella totalità dei casi, mentre in età adulta cronicizza solo nel 5-10% dei casi. L’infezione cronica in fase iniziale non dà sintomi, a parte qualche segnale generico come nausea e difficoltà digestive, debolezza e malessere generalizzato. Tuttavia, se non trattata, tende ad evolvere e nell’arco di 20-25 anni diventa cirrosi, che poi può degenerare in tumore del fegato.

Le vie di contagio
Sono esposti a rischio di epatite tutti i nati prima del 1979 e gli immigrati provenienti da Paesi in cui non esiste l’obbligo di vaccinazione. In passato la maggiore via di contagio era quella causata dalle trasfusioni di Cause contagio epatite Bsangue infetto e dagli strumenti medici non monouso. Oggi però queste due fonti di contagio sono diminuite, grazie ai controlli severi.
Persiste invece il rischio legato allo scambio di siringhe tra tossicodipendenti e quello relativo all’uso di strumenti non monouso in ambiti non medici, come centri estetici o centri piercing non a norma.
La via principale di contagio è però il sesso non protetto: l’epatite B è una delle principali malattie sessualmente trasmesse e il virus è 100 volte più contagioso di quello dell’Hiv.

La prevenzione
Dal 1991 è obbligatori la vaccinazione contro il virus Hbv nei neonati; il vaccino si inietta per via intramuscolare al terzo, al quinto e al dodicesimo mese di vita. Sempre nel 1991 il vaccino è stato somministrato anche a tutti i bambini fino ai 12 anni, permettendo così la protezione di tutti i nati dal 1979. La Vaccino epatite Bvaccinazione è sicura e offre protezione completa per tutta la vita.
Chi non ha effettuato la vaccinazione dovrebbe evitare il più possibile rapporti sessuali non protetti, soprattutto se occasionali. Se questo si verifica o si è verificato, è bene sottoporsi a degli esami del sangue.
Anche chi ama piercing e tatuaggi dovrebbe scegliere centri autorizzati e sicuri.

Come si scopre
È importante individuare il prima possibile l’infezione, anche se resta a lungo senza sintomi. Questo per tenere sotto controllo i portatori inattivi e per iniziare le cure il prima possibile. Gli esami di controllo da fare sono:

  • transaminasi: valori sballati sono la spia di malattie epatiche;
  • viremia: cioè la carica virale, ovvero la valutazione della presenza di particelle del virus Hbv nel sangue;
  • biopsia e ecografia del fegato: se gli esami precedenti segnalano valori fuori dalla norma, biopsia e ecografia possono individuare le alterazioni del fegato.

I controlli andrebbero effettuati annualmente se si è portatori inattivi, mentre in quelli attivi ogni sei mesi.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami