Home » Salute » Benessere » Eco Mestruazioni - Parte 1 di 3

Eco Mestruazioni

Con le mestruazioni a impatto zero le donne possono dare un grosso contributo alla diminuzione della produzione di rifiuti indifferenziati. Vediamo come

Eco Mestruazioni

Lo smaltimento dei rifiuti è diventato da tempo un serio problema ambientale che deve essere affrontato e risolto in tempi brevi vista la loro continua e smisurata produzione. Il primo obiettivo che dovremmo porci è quello di ridurre drasticamente la quantità di rifiuti che ogni giorno vengono trasportati allo smaltimento finale: ognuno di noi dovrebbe impegnarsi quotidianamente con azioni concrete per evitare l'accumulo di rifiuti inutili.

Le donne in particolare possono attivarsi e dare un forte contributo: i tamponi e gli assorbenti usa e getta rientrano infatti tra i rifiuti più difficili da smaltire perché composti da materiali praticamente indistruttibili. Pensiamo ad esempio alla parte adesiva degli assorbenti classici, agli applicatori dei tamponi, alle buste di plastica che contengono gli assorbenti ripiegati, ebbene il tempo di degrado di questi rifiuti è stato stimato in circa 500 anni.

Un po' di dati
Secondo i dati Istat in Italia vivono più di 16 milioni di donne in età fertile e secondo una stima ogni anno vengono usati circa 6 miliardi di assorbenti usa e getta e tamponi che si tramutano in circa 120 milioni di chili di rifiuti problematici da smaltire.

Tutti possono partecipare attivamente a dare una mano all'ambiente con piccoli gesti quotidiani e le donne in particolare possono dare il loro contributo diminuendo o addirittura azzerando il numero di assorbenti da smaltire: è sufficiente convertirsi alle mestruazioni a impatto zero rinunciando ai prodotti usa e getta e orientandosi su quelli riutilizzabili di lunga durata.

Credits: Foto di @patriciamoraleda | Pixabay
COME CONVERTIRSI ALLE ECO MESTRUAZIONI
Convertirsi alle eco mestruazioni non è difficile, ci sono diverse tipologie di prodotti il cui utilizzo impatta a livelli differenti sulle proprie abitudini durante il ciclo mestruale. Le scelte ricadono su:

  • assorbenti bio compostabili;
  • assorbenti lavabili;
  • coppetta mestruale.


Assorbenti bio compostabili
Gli assorbenti bio compostabili sono identici agli assorbenti usa e getta classici ma a differenza di questi ultimi sono interamente compostabili, ossia destinati al compost domestico, e quindi non contribuiscono all'aumento della produzione di rifiuti indifferenziati. Le fibre dei tessuti di questo tipo di assorbenti non subiscono alcun trattamento sbiancante, sono quindi ipoallergeniche, ideali per chi soffre di allergie, irritazioni e dermatiti da contatto, oltre che amiche dell'ambiente.

L'uso degli assorbenti bio compostabili non impatta assolutamente sulle proprie abitudini: si usano come assorbenti normali usa e getta solo che dopo il loro utilizzo possono essere destinati al compost domestico invece di contribuire al riempimento della pattumiera dei rifiuti indifferenziati.

Costo
Il prezzo degli assorbenti bio compostabili è leggermente superiore a quello degli assorbenti normali usa e getta, negli ultimi tempi la loro reperibilità è migliorata, si trovano anche nei supermercati, e quindi possiamo dire che il costo è più che abbordabile.

Di Elisa Gamberi, © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 3
TAG  mestruazioni   green  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da dark_princess
     

    Da quando ho provato la coppetta mestruale, la uso ogni volta, perché mi sento più pulita, non avendo a che fare con fuoriuscite, più comoda non avendo l'ingombro esterno di assorbenti e sempre sexy, visto che è molto discreta. Ho ridotto tantissimo la spesa di assorbenti ed il loro scomodo smaltimento.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami